Roberto Costa: ” Domenica abbiamo peccato di inesperienza. Ora però ci vuole uno scatto di orgoglio”

Roberto Costa: ” Domenica abbiamo peccato di inesperienza. Ora però ci vuole uno scatto di orgoglio”

Il presidente si è espresso sulla recente sconfitta della Barrese contro il Città di Gangi


La formazione del presidente Roberto Costa conosce la seconda sconfitta interna a pochi minuti dalla fine contro il Città di Gangi la compagine Barrese. Dopo due vittorie alla fine del girone di andata ( Mussomeli e Agira), un pareggio ( in casa contro Real Suttano) e due gare rinviate (Geraci e Serradifalco) la formazione del presidente e allenatore Roberto Costa “scivola” al Comunale contro il Città di Gangi. Una sconfitta che è arrivata proprio nei minuti finali dell’incontro ad opera dell’ospite Spitale su tiro- assist del compagno Serio (subentrati tutti e due nella ripresa). “ Ci troviamo in emergenza di giocatori – afferma mister Costa – per cui contro il Città di Gangi è mancata l’esperienza in campo, nonostante non ha da rimproverare tutti i miei giocatori che hanno svolto una buona gara dal punto di vista dell’impegno”. Infortunati sono i vari Pilumeli, Ragusa, Siciliano e Bonaventura. Se da una parte Roberto Costa tra gli undici e in panchina ha schierato diversi giovani tra cui quattro giocatori (classe 97 e 98) dall’altra per lui è motivo di orgoglio.  “ Abbiamo schierato diversi giovani – continua Costa – tra cui diversi della categoria allievi, questo significa che anche il settore giovanile lavora bene”. E pOi sugli obiettivi della società, aggiunge: “Ora la squadra non deve perdere la tenacia di arrivare all’obiettivo dei 30 punti che vuol dire salvezza”. Le occasioni con il Città di Gangi la Barrese le ha avute, quella più clamorosa nella ripresa con un calcio di punizione in seconda a due metri dallo specchio della porta calciata da Ferrigno ma rinviata sulla linea da un difensore ospite.

Previous Sciopero generale a Gela contro la chiusura dell'ENI
Next Oliveri e Bonaffini del sindacato Ugl: " I pagamenti dei tre mesi sono in itinere e c'è certezza per l'avvio sui progetti dei cantieri di servizio"