ECONOMIA 2016 Saldi, che passione! Piccolo passo in avanti per l’economia?

Saldi, che passione! Piccolo passo in avanti per l’economia?





Un nuovo anno è appena iniziato e con lui speranze e illusioni. Una delle prime possibilità che potrebbero regalare nuovo respiro all’economia dell’isola sono i saldi che, per come sono iniziati, promettono bene, ma meglio non essere troppo ottimisti e mantenere i piedi per terra.

Nonostante la prudenza, però, non si può negare il fatto che la gente, almeno a Palermo, ha partecipato allo shopping conveniente fin dai primi giorni dei saldi. Prudenti e ponderati, i cittadini di Palermo hanno studiato attentamente le offerte e colto quelle che, per ciascuno, erano le occasioni migliori. Certo, non si può parlare di una grande ripresa, ancora i dati non sono pervenuti nemmeno tutti, ma il movimento all’interno dei negozi fa ben sperare. Le stime poi indicano che le famiglie che faranno acquisti sono sostanzialmente in aumento rispetto allo scorso anno, ma questa è anche la tendenza generale di tutto il Paese, non solo della Sicilia. Il tutto grazie ad un aumento però delle richieste di prestiti, che però sono sempre un buon indicatore sulla fiducia (maggiori dettagli su http://www.zonaprestiti.com/prestito-acquisto-auto.htm).

Quel che invece è già ufficiale, sono i dati dello scorso dicembre e che mostrano come, sebbene con cautela, una leggera ripresa degli acquisti ci sia stata. La spinta è stata data dai commercianti che, ben prima dei saldi canonici, hanno avviato offerte e campagne promozionali molto interessanti e che, come sembra, hanno sortito il loro effetto. Il volume d’affari dei commercianti di Palermo, però, è ancora basso, e c’è chi punta il dito contro l’eccessiva tassazione. Insomma, l’economia della città ha ancora diversi passi prima di potersi dichiarare effettivamente in ripresa.

Notizie positive, grazie anche al turismo, nel comparto del food, ma ci sono ancora grandi problemi per quanto riguarda la ripresa del mercato del mattone. Ovviamente è sempre un buon momento per chi ha la possibilità di acquistare: i prezzi sono ancora bassi e si può tranquillamente fare una valutazione di spesa, anche dello spread spaziomutui o su portali che comunque mettono in confronto i costi di un muto e delle relative rate.

Insomma, siamo lontani dal poter dichiarare finita la crisi, almeno in città come Palermo, ma i segnali, sebbene timidi, non mancano, vale la pena continuare a crederci e attendere i risultati di questa campagna di saldi che, se rispetterà le previsioni, non dovrebbe essere andata male.







Previous Oggi a Movida special guest The Pelican
Next Stagione irrigua a rischio: la diga Olivo potrebbe non fornire acqua alle aziende agricole