Concerto di Natale da parte degli alunni del “San Giovanni Bosco” per cancellare l’indifferenza, la cattiveria e donare un’atmosfera di pace, risate e allegria

E’ stato un successo l’iniziativa del concerto natalizio svoltosi nella chiesa del Sacro Cuore di viale Signore Ritrovato dove circa 250 alunni delle varie classi dell’istituto comprensivo del San Giovanni Bosco hanno intonato con vari strumenti musicali vari brani natalizi alla presenza di genitori e nonni. Una massiccia partecipazione anche della comunità locale che ha molto apprezzato l’attività svolta da parte dei bimbi barresi. L’istituto è coordinato dalla dirigente della scuola, Luigia Perricone, la quale non può che sottolineare l’importanza e il buon lavoro del corpo docente che assieme a tutte le altre figure creano un valido “sistema – scuola” capace di formare i bimbi durante la loro crescita.  “ Possa il natale cancellare l’indifferenza – questo è l’augurio di coloro che partecipano alle varie iniziative  – e la cattiveria e donare loro una vita piena di pace, risate e allegria”. A seguire il programma impegnativo che hanno svolto gli alunni della scuola. Gli alunni delle classi I C e I D hanno fatto ascoltare due canti: “Sarà Natale se” e “Bambino di pace”. Il primo canto ha invitato ad aprire il cuore di ognuno e a trasformare ogni giorno dell’anno in un Natale, chiamando chi è solo a stare con noi. Il secondo canto ha voluto ricordare il grande mistero della nascita di Gesù: un Bambino speciale venuto al mondo per portare la pace, donare amore e invitarci ad essere uniti come fratelli.                                       Gli alunni della classe II C hanno fatto ascoltare il canto “E sarà Natale” con il significato profondo e nel segno della fraternità cristiana. (Sarà Natale: quando Gesù tornerà a nascere nei nostri cuori;quando ognuno di noi vedrà la luce che risplende sul volto del proprio fratello; quando il nostro cuore sarà pieno d’amore; quando sapremo ascoltare chi ci sta accanto). Gli alunni della classe II D hanno cantato in inglese “Ding, dong, ding” (Venite tutti, cantate allegri canti e suonate le campane di Natale al neonato Re. Le montagne, i cieli e la terra ascoltano, e ogni bimba e ogni bimbo apre il proprio cuore e canta al neonato Re). Poi ancora gli alunni della III C si sono esibiti facendo ascoltare una “Ninna Nanna” in inglese con “Angel’s  Lullaby” . (“Quale migliore Ninna Nanna se non quella cantata dagli angeli al piccolo Bambino Gesù appena nato? Mentre in cielo, nel buio della notte brilla la stella cometa, gli angeli augurano la pace a tutta l’umanità”). Gli alunni della classe III D hanno presentato il canto “Gloria la la la” con il quale è stato introdotta l’atmosfera natalizia che si respira nelle città vestite in festa con tante luci colorate, della gente che si prepara al lieto evento e dell’annuncio di gioia, di pace e serenità in tutto il mondo. Gli alunni della classe IV C, invece hanno presentato il canto : “Il Natale che vorrei”, un canto ricco d’amore, di un amore armonioso che si sente nell’aria, che  non ha bisogno di parole nè di presenza e nè di conoscenza. Un Natale pieno di amore è il Natale che tutti vorremmo. Hanno concluso gli alunni di V C i quali hanno cantato “Ninna Nanna di pace”, un augurio per tutti quei  bambini che carichi di paura e infelicità, lasciano la loro terra nella speranza di una vita migliore, ma spesso trovano le nostre porte chiuse.

Previous Portavano indosso cacciaviti ed altri oggetti atti allo scasso: fermate dalla Polizia tre donne di origine balcanica
Next VIDEO: Concerto di Natale dell'Istituto Comprensivo Europa