Tragico impatto ieri nella SS 191. A perdere la vita è un forestale pietrino

il pietrino Salvatore Marotta, operaio forestaleUn morto e due feriti. È il drammatico bilancio di un gravissimo incidente stradale sulla statale 191 che collega i due comuni di Pietraperzia e Barrafranca.  A perdere la vita è stato l’operaio forestale pietrino Salvatore Marotta di 51 anni. Sono rimasti feriti  G. R. di Pietraperzia e il piazzese R. F. sposato e molto conosciuto a Barrafranca perchè gestisce una bancarella di frutta e verdura.  Questi i fatti. Ieri mattina poco dopo le sei, si sono scontrati la Fiat “Cinquecento” degli anni Novanta di colore bianco guidata da Salvatore Marotta e una Fiat “Bravo”, di cui conducente era R. F. Il violentissimo scontro per cause in via di accertamento in un lungo rettilineo di contrada Oasi di Caulonia, a circa quattro chilometri da Pietraperzia. Nel violentissimo urto l’auto guidata dal pietrino Salvatore Marotta si è impennata ed ha fermato la sua corsa sopra il guardrail rimanendo in bilico. Sull’asfalto anche grosse evidenti macchie di sangue. Sul posto sono arrivate due ambulanze del 118 che  hanno trasportato i due feriti all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta. Gli operatori del 118 per il povero Salvatore Marotta hanno potuto constatare solo la morte. La salma del povero operaio forestale è stata trasportata nell’obitorio dell’ospedale Umberto I di Enna. Sul luogo dell’incidente stradale sono arrivati pure i carabinieri della stazione pietrina di viale Don Bosco, comandante il maresciallo superiore Giuseppe Castrovilli, oltre ai loro colleghi del nucleo radiomobile di Piazza Armerina. A Caulonia, a regolamentare il traffico, è giunta anche la polizia municipale di Pietraperzia con il vicevomandante, il commissario Gino Stringi e l’ispettore superiore Lillo Russo. Sul luogo dell’incidente stradale sono arrivate due squadre dei vigili del fuoco di Enna guidati dai capisquadra Mario Mancuso e Pietro Bellomo. Salvatore Marotta, sposato e padre di un figlio, ieri, di buon mattino, era partito insieme al suo compagno di viaggio G. R. per raggiungere il cantiere della Forestale verso Aidone dove, da lì a poco, avrebbero cominciato il loro turno di lavoro. Da registrare che il suo compagno di viaggio, G. R., alcuni anni fa aveva subito un incidente stradale e per diverso tempo era rimasto in ospedale. All’Oasi di Caulonia ieri mattina è arrivato anche il sindaco Antonio Calogero Bevilacqua. Profonda costernazione in paese per il gravissimo lutto che ha colpito una tranquilla cittadina di Pietraperzia. Le due automobili sono state sequestrate e rimosse con un carro attrezzi Aci. I militari dell’Arma stanno lavorando intensamente per ricostruire l’accaduto.   G.M. (fonte GDS)




Previous Chiusura Viale Generale Cannada domani dalle 10.30
Next UN SALOTTO ARTISTICO-LETTERARIO, una lodevole iniziativa del barrese Gaetano Vicari