FESTA DI FINE ESTATE BORGO CASCINO- Processione Madonna di Fatima del Borgo Cascino

10428543_10206349341446081_2724762828213789823_n  Se vuoi trascorrere una serata diversa all’insegna del divertimento, dell’allegria, delle tradizioni, puoi andare domenica 13 settembre 2015 al BORGO CASCINO, incantevole borgo immerso nelle campagne ennesi, a circa 12 km da Enna, per partecipare alla FESTA DI FINE ESTATE BORGO CASCINO, organizzata dal Comune di Enna, in collaborazione con il Comitato Organizzatore Festa Madonna di Fatima. Ogni anno, la seconda domenica di settembre,  gli abitanti del borgo organizzano la festa della Madonna di Fatima del Borgo Cascino, festeggiando non solo la Madonna ma la fine dell’estate, organizzando un’incantevole e piacevole serata. Quest’anno i festeggiamenti avranno luogo domenica 13 settembre dalle ore 18.00 con la celebrazione della Santa Messa presso la chiesetta del Borgo e subito dopo la processione della statua della Madonnina. Per tutta la serata ci saranno musica, esibizione, offerta da ATMAN YOGA ASSOCIATION ENNA, lotteria, gastronomia, spettacolo e serata danzante offerta dalla OLB con direzione artistica di Ornella La Blanca. Divertimento assicurato.

SIETE TUTTI INVITATI!.

Il Borgo dista circa 12 km da Enna edificato nel periodo fascista nell’ambito del programma di ripopolamento e riforma agraria del latifondo siciliano attuato dal governo dell’epoca, qui il ripopolamento avvenne a danno del latifondo cerealicolo su superfici parzialmente insalubri. Il borgo prese il nome in onore ad Antonino Cascino (Piazza Armerina, 14 settembre 1862 – Quisca, 29 settembre 1917). Generale di divisione, fu il primo generale italiano a entrare a Gorizia nel 1916, a capo del Brigata Avellino, costituita in prevalenza da siciliani. In contrasto alle sparute abitazioni rurali sparse nella campagna spicca il piccolo borgo collinare, costruito con l’intenzione di farne il centro civico di un futuro paese, simile ad altre fondazioni siciliane di quel periodo (Borgo Bonsignore, Borgo Giuliano, Borgo Lupo, Borgo Vicarietto, Pergusa, etc..). Il Borgo,  dalla tipica architettura fascista,  è circondato da alberi in mezzo al nulla, corredato di una piazza centrale a pianta rettangolare con portici, Chiesa, scuola rurale, posta e torre civica. La II domenica di settembre si festeggia la Madonna del Borgo Cascino.

Previous I prodotti tipici ennesi sul canale Marco Polo con la trasmissione "Itinerari Italiani"
Next Alle ore 15.00 in chiesa Madre i funerali del tredicenne Calogero Tropea