Pietraperzia. Apprezzati modelli con abiti da sposa in passerella.

PIETRAPERZIA. All’anfiteatro della villa comunale con una straripante folla ha avuto luogo la manifestazione titolata “Evento del mondo della sposa”. La Kermesse d’arte è stata  finalizzata a presentare tutto ciò che  rende aggraziata una cerimonia nuziale. Per l’evento il sindaco Antonio Bevilacqua e l’assessore Sebastiano Salerno che hanno curata la realizzazione, hanno affidato l’organizzazione tecnica all’insegnante Lorenzo Messina, al geniale Filippo Barrile, ed all’esperto l’atelier esterno “Cavallaro Della Mancia” di Davide Cavallaro e Filippo Mancia. Vincitori della manifestazione sono stati  Gian Michele Bongiovanni e Marta Tumminelli. Hanno formato la giuria:Filippo Mancia, Zaira Pourier, Renato Pinnisi, Marianna Giunta e Maria Volpe. Lo spettacolo è stato presentato dagli artisti Michele Messina e Silvia D’Angelo, che colleziona parecchi successi. Per volontà dell’amministrazione comunale le serata è stata dedicata  al genio artistico di Mariella  Napoli, stroncata due anni fa all’apice della carriera. I partecipanti sono stati trentuno: 23 ragazze  che hanno sfoggiato abiti da sposa di uno straordinario lusso ed originalità; mentre otto cavalieri hanno indossato abiti di matrimonio. I modelli sono stati: Adelaide Aleo, Sharon Amico, Denise Caglio,  Vanessa Carità, Laura Coniglione, Gina Di Blasi, Loredana Di Gloria, Giovanna Giusto, Sara Giusto, Giovanna Inserra, Maria Miccichè, Flavia Notaro, Filippa Romano, Giulia Sarto,  Francesca Spampinato, Lidia Stuppia, Mariella Toscano, Sofia Rosaria Tramontana, Giulia Tumminelli, Marta Tumminelli, Annamaria Viola, Elena Zarba, Miriam Zarba. I cavalieri sono stati: Vincenzo Amico, Salvatore Bruno Bell’Acqua, Giammichele Bongiovanni, Giuseppe Carà, Giuseppe Di Forti, Michele Lunetta, Alberto Mazzola,  Giuseppe Toscano. Come corollario allo spettacolo si sono esibiti nell’arte canora: Sara Chianetta, Raffaella Di Dio e Pedro Josè Hernandez. Il piccolo Robert Orlando di sette anni coperto di applausi continuati originario di Caltanissetta, già pluricampione regionale ed infine Fidis di Break Dance Iromen. “Uno spettacolo di grande spessore che ha coinvolto tutto il paese; – afferma il sindaco Antonio Calogero Bevilacqua – è stato inserito nell’Estate Pietrina per aiutare la nostra comunità ad uscire dai solito modelli che spesso sanno di provincialismo. Sono stati presenti abiti di grande talento artistico e singolare originalità. Abbiamo sortito l’effetto perché è stato l’evento più partecipato di tutta l’estate; aveva una valenza pedagogico che ha fatto il nostro contesto antropologico ancora più aperto. A certe forme in passato che erano retaggio della tradizione ci siamo proiettati in un futuro dove il talento dell’arte è prevalso. I modelli hanno presentato la grazie  che si identifica con il “Bello”  ed ha portato tutti i presente in visibilio. Le ragazze sono state coperte di ovazioni sentite ed anche la partecipazione collettiva è stata coinvolta.  La nostra Estate Pietrina è nata all’insegna dell’arte  e quindi tutti ci siamo esaltati con manifestazione che hanno sollevato i sentimenti nobili dello spirito e dell’arte. Anche in questa occasione Pietraperzia ha confermato la sua tradizione culturale che trova la  matrice nel castello Barresi che ebbe un rinascimento di spessore tanto che il madrigale è prodotto della realtà di quel periodo.             Giuseppe Carà

Previous I giovani del movimento Fi: " L'amministrazione introduca il Baratto Amministrativo".
Next Attività di disinfestazione/derattizzazione per il prossimo 3 settembre.