Comando Polizia municipale: “Auto nel parcheggio disabili per pochi secondi”.

Comando Polizia municipale: “Auto nel parcheggio disabili per pochi secondi”.

“ E’ una comodità sindacare per l’operato altrui. Al di la del gesto bisogna vedere la situazione dei vigili perché non erano andati a prendersi un caffè ma stavano operando per la vigilanza e il controllo pubblico”. Queste le parole del vicesindaco Alessandro Tambè il quale oggi in presenza del comandante dei vigili urbani ha commentato la posizione della macchina della polizia municipale nell’area riservato ai disabili verificatosi lo scorso lunedì 24 agosto intorno alle 19,30. Il sindaco dopo aver scritto un commento su facebook ha scritto al comandante della polizia municipale Maria Costa, informandola dell’accaduto e chiedendo che tale comportamento, se non giustificato, è inqualificabile, contrario al codice della strada e al codice disciplinare e lesivo dell’immagine della pubblica amministrazione. Le spiegazioni che arrivano dalla polizia locale sono quelle relative al fatto che i due agenti notando un’auto in sosta vicino l’entrata della piazza avrebbe dato fastidio per cui per pochi secondi ( così ci viene riferito dal comandante Maria costa) ha effettuato una fermata momentanea e quindi agevolare il passaggio delle auto. C’è chi condanna l’accaduto  ma c’è anche chi ha voluto che la foto fosse cassa di risonanza per dare adito all’inefficienza dei vigili urbani. “ Chi non c’è dentro non sa il grande lavoro – ci dicono dall’amministrazione – che fanno i vigili urbani come la vigilanza e la bonifica dell’ambiente. Essere scaltri a fare una foto e per pochi secondi può essere un guinness dei primati ma forse capire la grande mole di lavoro che fanno i vigili urbani forse viene difficile da comprendere con turni e personale a tempo determinato”. Dopo la dovuta relazione scritta da parte della polizia municipale l’amministrazione e il sindaco, a secondo del comportamento assunto dagli agenti, se giustificato da parte del comandante Costa, potrebbe verificarsi un provvedimento <<soft>> come solo un richiamo verbale. Ma per questo ci vuole una giustificazione adeguata.

 

Previous L'arte floreale dei bouquet esaltati sul sagrato della chiesa Grazia.
Next Presentazione del volume IL CORAGGIO DEL DIALOGO. Mario Sturzo, vescovo di Piazza Armerina 1903- 1941, del barrese don Luca Crapanzano