Proteste a Mazzarino per la chiusura del presidio ospedaliero Santo Stefano



A Mazzarino contestazione e proteste per la paventata chiusura del presidio ospedaliero Santo Stefano. Grande partecipazione dei cittadini oggi pomeriggio nel cortile dell’ospedale dove presenti oltre a comuni cittadini erano il sindaco Marino insieme ai sindaci Chiantia di Riesi , Casisi di Butera e tutte le forze politiche della città. A distanza di pochi anni si ripete la decisione di chiudere ospedali del circondario. Molti reparti sono stati chiusi negli anni passati e il 118 di Barrafranca ha come base l’ospedale di Mazzarino anche se a volte, a secondo dell’emergenza e la direzione della centrale operativa, si dirige anche verso l’Umberto I di Enna oppure a Caltanissetta. Negli anni passati le amministrazioni di Mazzarino hanno chiesto supporto alla politica barrese tanto che il consiglio comunale ha deliberato con un documento ufficiale l’importanza della struttura ospedaliera. La decisione sembra sia stata presa dalla Regione Siciliana dove con numeri alla mano (anche la politica decide) ha deciso di chiudere le strutture che presentano costi elevati per potenziarne altre.

Previous Regione dispone la liquidazione e l'accreditamento di 4,2 milioni per i lavoratori dei cantieri di servizio, ex Rmi.
Next Forza Italia Giovani: Amministrazione si mobiliti per l’abbattimento delle barriere architettoniche.