Basket femminile. La Libertas Consolini guarda avanti con ottimismo.

Si è disputata Domenica 7 Giugno, presso il Palazzetto dello Sport di Enna Bassa, l’ultima tappa del Trofeo Regionale Libertas che ha visto impegnate le leonesse della Consolini contro ASD Sorriso Priolo e Fortitudo Palagonia. Con i punteggi di 53-38 nella prima sfida con le palagonesi e 54-49 contro le priolesi, le ragazze della nostra associazione incassano due vittorie e anche se ipotecato il trofeo con una giornata di anticipo, confermano la loro crescita e la voglia di continuare a fare bene. “E’ un continuo lavorare sodo e guardare sempre avanti. Archiviamo immediatamente ogni partita perchè quello che interessa adesso è pensare al prossimo anno, ad un salto di qualità chiamato Campionato Federale”-dice Francesco Milano. “Non sappiamo se sarà una mossa azzardata ma le potenzialità ci sono e comunque sia può essere un modo per confrontarsi con un livello più alto, con realtà consolidate già negli anni in territori dove regna una cultura cestistica al femminile. Ma questo non ci spaventa. Quando iniziai questa avventura tanti erano gli scettici, oggi gli stessi ci seguono e forse adesso ci credono. I sacrifici sono tanti, le ragazze in meno di due anni sono riuscite ad acquisire fondamentali tecnici di gioco e abbiamo ideato un gioco in base alle capacità di ciascuna. Loro ci credono, io pure, i genitori sono presenti ad ogni appuntamento e vedo gli spalti del palazzo sempre più pieni. Dopo aver promosso l’attività, adesso vogliamo portare per la prima volta ad Enna un Campionato Federale Femminile” – continua Milano. Buono il gioco fatto in difesa ed in fase di attacco. Abbiamo creato dei buoni reparti in attacco con le lunghe Ines Tlili, Giorgia Marmo, Alessia Gallina, Gaia Patrinicola, Ester Cucchiara, Lorena Profeta, Maria Cristina Perri e Federica Subrizio che sanno essere decisive sotto canestro grazie al grande lavoro di chi sopra controlla ed amministra il gioco: Roberta Mazzola, Aurelia Brutaru, Anna Fornaia, Azzurra Valenza e Ambra Borrello. Per non parlare dei contropiedi delle velociste Nicole Perillo e Selena Maggio, rapide anche in transizione. “Manca qualche perfezionamento in alcuni gesti tecnici considerati un pò più complessi ma la voglia di crescere c’è ed è tanta. Nel mese di Giugno stiamo continuando i corsi per il reclutamento di nuove leve dai 6 anni in su per far appassionare nuove bambine ed ampliare il gruppo delle grandi. Le ragazze hanno quasi tutte cominciato da zero ed i miglioramenti sono più che visibili. Chiunque vuole avvicinarsi al nostro mondo, siamo ben lieti di accoglierla”- conclude il coach ennese. Adesso si aspettano le disposizioni organizzative regionali del prossimo anno sportivo e si preparerà l’attività che tutto il gruppo ha sognato. Il primo sogno, dopo i primi allenamenti, è stato creare un gruppo e promuovere la nostra attività. Questo è diventato realtà. Quest’anno abbiamo sognato di fare qualcosa ad un livello più alto e visibile a tutti, chissà se anche questo diventerà realtà.

Previous GRAND PRIX D’ESTATE 2° MEMORIAL “MARCO CIULLA”
Next Tra meno di due ore seduta del consiglio comunale: la questione, dopo mesi, è sempre la stessa se approvare o meno l'avvio del piano di riequilibrio.