Bagarre al consiglio comunale del 4 Giugno

Bagarre al consiglio comunale del 4 Giugno

BiicA. “Bagarre” in Consiglio comunale e nervosismo tra il pubblico mentre i consiglieri si apprestavano ad esprimersi su alcune decisioni relative al futuro dell’ente. In alcuni momenti è mancato dawero senso civico ma alla fine il buon senso è prevalso anche se la tensione per una situazione deficitaria economica c’è tutta e il futuro per l’ente non sembra per niente roseo.
Dopo la verifica del numero legale il consigliere comunale Fabrizio Ferrigno ha proposto di prelevare il punto 5 inerente l’avvio alla procedura per l’approvazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale. Anche il consigliere Giuseppe Vetriolo ha proposto di rinviare a lunedì il Consiglio in mancanza del capo settore del servizio finanziario, Antonio Zuccalà e anche per l’assenza del segretario generale, Giuseppina La Morella. A sostituirla la vice segretaria Giuseppina Crescimanna. Tra le due proposte il consigliere Alessandro Salvaggio ha abbandonato una lista civica per passare a Forza Italia. Presente anche un pubblico numeroso con rappresentanti del movimento 5 stelle.
Durante la seduta dal pubblico sono partite frasi che a qualche consigliere comunale non sono piaciute. Diversi gli interventi da parte dei vari consiglieri Giuseppe Lo Monaco, Fabrizio Ferrigno, Giovanni Di Dio, Salvatore Cumia, Giovanni Patti e Salvatore Puzzo 58 con un’atmosfera molto tesa. Il presidente Calogero Zuccalà ha sospeso la seduta e assieme al comandante della polizia locale Maria Costa, ha “mediato” e cercato di placare gli animi. Qualcuno ha anche chiesto l’intervento dei carabinieri. Poi la ripresa della seduta con il presidente del Consiglio che ha messo ai voti le due proposte: bocciata la prima sul prelievo del punto 5 con 11 voti contrari e 8 favorevoli mentre accolta seconda inerente il rinvio della seduta a lunedì prossimo alle ore 20 (11 favorevoli con Spataro, Patti, Bevilacqùa, L. Cumia, Puzzo 55, A. Ferrigno, Vetriolo, Lo Monaco, Puzzo 58, Di Dio, G. Ferrigno e 8 contrari con Paternò, Zuccalà, La Pusata, Siciliano, Faraci, F. Ferngno, Cumia e Salvaggio).

Il video girato da un cittadino presente tra il folto pubblico, e pubblicato su Facebook dimostra quanto successo.

 

Previous Incidente stradale durante la rimozione di un ordigno bellico in contrada Friddani
Next "U Crastatuni" cresce in contrada Albana. Allevamento di Elicicoltura di due giovani imprenditori di Barrafranca