Bagarre al consiglio comunale del 4 Giugno

Bagarre al consiglio comunale del 4 Giugno

- in Consigli Comunali, Cronaca, Politica

BiicA. “Bagarre” in Consiglio comunale e nervosismo tra il pubblico mentre i consiglieri si apprestavano ad esprimersi su alcune decisioni relative al futuro dell’ente. In alcuni momenti è mancato dawero senso civico ma alla fine il buon senso è prevalso anche se la tensione per una situazione deficitaria economica c’è tutta e il futuro per l’ente non sembra per niente roseo.
Dopo la verifica del numero legale il consigliere comunale Fabrizio Ferrigno ha proposto di prelevare il punto 5 inerente l’avvio alla procedura per l’approvazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale. Anche il consigliere Giuseppe Vetriolo ha proposto di rinviare a lunedì il Consiglio in mancanza del capo settore del servizio finanziario, Antonio Zuccalà e anche per l’assenza del segretario generale, Giuseppina La Morella. A sostituirla la vice segretaria Giuseppina Crescimanna. Tra le due proposte il consigliere Alessandro Salvaggio ha abbandonato una lista civica per passare a Forza Italia. Presente anche un pubblico numeroso con rappresentanti del movimento 5 stelle.
Durante la seduta dal pubblico sono partite frasi che a qualche consigliere comunale non sono piaciute. Diversi gli interventi da parte dei vari consiglieri Giuseppe Lo Monaco, Fabrizio Ferrigno, Giovanni Di Dio, Salvatore Cumia, Giovanni Patti e Salvatore Puzzo 58 con un’atmosfera molto tesa. Il presidente Calogero Zuccalà ha sospeso la seduta e assieme al comandante della polizia locale Maria Costa, ha “mediato” e cercato di placare gli animi. Qualcuno ha anche chiesto l’intervento dei carabinieri. Poi la ripresa della seduta con il presidente del Consiglio che ha messo ai voti le due proposte: bocciata la prima sul prelievo del punto 5 con 11 voti contrari e 8 favorevoli mentre accolta seconda inerente il rinvio della seduta a lunedì prossimo alle ore 20 (11 favorevoli con Spataro, Patti, Bevilacqùa, L. Cumia, Puzzo 55, A. Ferrigno, Vetriolo, Lo Monaco, Puzzo 58, Di Dio, G. Ferrigno e 8 contrari con Paternò, Zuccalà, La Pusata, Siciliano, Faraci, F. Ferngno, Cumia e Salvaggio).

Il video girato da un cittadino presente tra il folto pubblico, e pubblicato su Facebook dimostra quanto successo.

 

You may also like

SALUTO DI COMMIATO DEL QUESTORE DELLA PROVINCIA DI ENNA, DIRIGENTE SUPERIORE DELLA POLIZIA DI STATO DR. CORRADO BASILE

Dal 1° marzo 2024, il Questore della Provincia