Coltivavano droga, condannati due giovani di Barrafranca

Coltivavano droga, condannati due giovani di Barrafranca

t. t) Coltivavano piantine di marijuana in un ampio capannone agricolo da cui il sole filtrava naturalmente e dove, grazie a diverse finestre l’aria passava in maniera regolare consentendo alle piante di crescere bene. Una coltivazione illecita quella che avveniva in contrada Torre, zona prettamente agricola, che una volta scoperta dalla squadra mobile di Enna, ha fatto finire in manette in flagranza due incensurati barresi A. G. e F. S. I due dopo i domiciliari sono tornati liberi. Nel capannone in campagna, dotato anche di impianto idrico furono trovavate diverse piante alte un metro e mezzo, concime, un manuale per la coltivazione della marijujana. I due protagonisti della vicenda sono finiti in manette dopo un appostamento della mobile e condannati ora dal giudice monocratico Vittorio La Placa a 18 mesi di reclusione, pena sospesa e a 6 mila euro di multa. I due imputati barresi, difesi dagli avvocati Paolo Giuseppe Piazza e Angelo Tambè, furono sorpresi nel 2007 proprio mentre si occupavano delle piante dagli uomini della squadra mobile di Enna. Durante l’operazione furono sequestrati anche una trentina di semi di cannabis trovati ben custoditi all’interno del comodino della camera da letto di uno degli imputati. Per questo fatto però è stata pronunciata sentenza di assoluzione perché il fatto non sussiste. La Procura aveva anche contestato, tra le accuse formulate anche 11 possesso di un coltello. Su questo punto è intercorsa la prescrizione.

Previous Due colpi di fucile verso la macchina di un candidato di Pietraperzia durante l'ultimo giorno del comizio elettorale
Next Reposizione della statua di san Filippo Apostolo