SALUTO DEL SINDACO VINCENZO EMMA AGLI IMPIEGATI COMUNALI

SALUTO DEL SINDACO VINCENZO EMMA AGLI IMPIEGATI COMUNALI

PIETRAPERZIA. Commiato del sindaco Vincenzo Emma agli impiegati comunali. Ieri mattina nella sala del sindaco si è svolta la cerimonia di saluto all’amministrazione comunale uscente,

Left Side Content
Right Side Content
formata dal sindaco Enzo Emma e dagli assessori Luigi Guarneri, Tina Scivoli, Sonia Giusto e Salvatore Messina.

Ha aperto la cerimonia Sara Falzone che a nome dei colleghi tra l’altro ha affermato:  “Ci sembra doveroso ringraziarti vista la decisione più personale che politica di non ricandidarti alle prossime amministrative. Sono stati cinque anni lunghi e faticosi caratterizzati anche da una profonda crisi economica; sebbene in un contesto difficilissimo hai offerto delle risposte ai bisogni del cittadino; in modo particolare ricordiamo  che per tuo merito sono stati stabilizzati 27 precari che da 21 anni aspettavano quella serenità nelle famiglie e una certezza nel loro futuro”.

A conclusione Sara ha affermato:  “Il vero bilancio viene fatto oggi a te da ogni singolo cittadino: passione e decisione sono stati gli ideali che ti hanno sempre accompagnato insieme al rispetto per tutti i cittadini e all’amore per il nostro Paese. I dipendenti vicino a te in questo momento ti salutano cordialmente e ti augurano tanta serenità”.

Il sindaco Enzo Emma ha risposto: “Ho lavorato alacremente per il paese e continuerò a farlo. Con notevole sacrifici ho speso la mia vita e la mia professione per il paese”.

Il segretario generale del comune Eugenio Alessi: “Abbiamo avuto un sindaco tenace che si è speso per il paese e per le categorie più deboli. E’ stato caratterizzato da un dinamismo tenace per la soluzione di problemi; spesso ha preso bocconi amari per la lentezza della burocrazia”.

“E’ stato – ha affermato il caposettore dell’ufficio tecnico Salvatore Patti – un sindaco tenace ed attivo e si commiata con la realizzazione di molte opere di spessore tra cui il Palapetra, l’ammodernamento del della rete elettrica, l’allargamento del cimitero con la costruzione di 65 cappelle e 400 loculi singoli ed altro”.

Infine il caposettore alla ragioneria ha affermati: “in questi cinque anni abbiamo tenuto i conti ben saldi e con notevoli sacrifici abbiamo evitato lo sfondamento di bilancio”.

Un ricco buffet ha chiuso la mattinata sollevando gli impiegati di pensare per cucinare per il pranzo

Giuseppe Carà

Previous Fise Sicilia. Un bronzo e due ori a Piazza di Siena 2015 – Csio di Roma n°83 Secondo e terzo posto a Lamprechthausen (Austria) Nation Cup
Next Vendita del mattatoio comunale di Pietraperzia