Assessore Contrafatto: “Ato idrici, Sicilia convocata a Roma per la mancata approvazione dell’emendamento in Finanziaria”   

Assessore Contrafatto: “Ato idrici, Sicilia convocata a Roma per la mancata approvazione dell’emendamento in Finanziaria”  

“Il governo nazionale ha convocato il governo regionale e il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, on. Giovanni Ardizzone, per il prossimo 21 maggio dal momento che la nostra è l’unica regione in Italia a non aver individuato gli enti di governo entro il 2014, così come previsto dello Sblocca Italia. La non approvazione in Finanziaria dell’emendamento proposto dal governo per l’individuazione degli Ato idrici comporterà il rischio del commissariamento per la Sicilia. La mancanza degli enti di governo impedisce, di fatto, gli affidamenti ai gestori unici entro il 30 settembre e, senza gestori unici, sono a rischio anche le risorse per questo settore. Il governo Crocetta aveva presentato un emendamento in commissione, ma questo è stato stralciato. Ancora una volta gli interessi particolari hanno prevalso su quello superiore dei cittadini. Dialogheremo con il governo nazionale per evitare il commissariamento e l’infrazione”. Lo dice l’Assessore regionale all’Energia e ai Servizi di Pubblica Utilità Vania Contrafatto.

 

Previous Concerto della Corale polifonica barrese a Pietraperzia davanti la madonna di Fatima
Next Mazzarino. "Salvare un albero di pino secolare perchè dovrebbe essere tagliato dal comune". Questo l'appello di alcuni cittadini