Attività di GIOCO-SPORT presso la scuola primaria Plesso Europa

Attività di GIOCO-SPORT presso la scuola primaria Plesso Europa

- in Barrafranca, Scuola

Barrafranca. Oggi nel cortile della scuola primaria “Plesso Europa” si è svolta l’attività “gioco-sport” facente parte del “Progetto sport a scuola”, cui hanno partecipato le classi terze, quarte e quinte della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Europa, alla presenza degli insegnanti, dei genitori e del dirigente scolastico Filippo Aleo. Come ci spiega il dirigente: “Quella di oggi è un’attività motoria di gioco-sport programmata dalla scuola, finanziata naturalmente dal MIUR e in collaborazione con il CONI. E’ presente l’insegante Angelo Nicoletti che opera in supporto ai docenti di scuola primaria. I ragazzi di terza, quarta e quinta sono coinvolti in attività dove metteranno in pratica destrezza, agilità, velocità e tutti gli schemi motori di base necessari a produrre divertimento, movimento e benessere psico-fisico”. L’obiettivo è di incrementare l’attività motoria nella scuola primaria. “Rispetto agli anni precedenti – ci spiega Angelo Nicoletti – la figura dell’insegnante di motoria non è più quella dell’esperto che entrava in aula e fa svolgere l’attività, adesso è una figura di tutoring cioè di tutor che fornisce alle maestre le competenze affinché possano operare nel migliore modo possibile”. Il progetto iniziato a dicembre, terminerà a giugno. Sotto la supervisione del tutor Angelo Nicoletti e del maestro Gaetano Strazzanti i ragazzi hanno svolto attività motorie come il lancio del voltex, la corsa veloce a staffetta, lancio dorsale della palla e palla avvelenata. Le squadre, nominate con nomi di animali, sono formate dagli alunni delle classi diverse, sullo slogan dell’Integrazione fra classi. A giugno ci saranno le attività di chiusura, con i cosiddetti Giochi della Gioventù, come quelli che si svolgevano una volta. “Se ci riusciamo – ci anticipa il tutor Nicoletti – avendo massima disponibilità del dirigente, vorremmo farli al campo sportivo, organizzando una giornata dedicata allo sport, coinvolgendo anche l’amministrazione; insomma un evento che abbia una certa risonanza”.

You may also like

Siciliani e Sicilianità- l’antico detto “Dopu cà a Sant’Aita a rubbaru, ci ficiru i potti di ferru”

Ancora adesso, soprattutto tra le persone più anziane,