ASP Enna. Manovre di Primo Soccorso presso l’Asilo Comunale Girotondo di Enna

ASP Enna. Manovre di Primo Soccorso presso l’Asilo Comunale Girotondo di Enna

- in Enna

Docenti, genitori e familiari dei bambini dell’Asilo Nido Comunale Girotondo della città di Enna hanno appreso le nozioni di Primo Soccorso e le manovre per la disostruzione delle vie aeree in età pediatrica nell’incontro di aggiornamento organizzato dall’Unità Operativa di Educazione e Promozione della Salute (UOS.EPSA) dell’Azienda Sanitaria Provinciale. Gli Infermieri soccorritori Gaetano Pastro e Davide Di Maggio sono stati gli istruttori. 
L’incontro, in linea con il Programma Predefinito PP05 “Sicurezza negli Ambienti di vita”, è stato realizzato in collaborazione con il Comune di Enna, l’Assessore e il Responsabile dei Servizi Educativi.
“Grazie alla sensibilità del personale interno alla struttura – evidenzia la responsabile dell’Unità Operativa, Eleonora Caramanna – è stato possibile trasferire preziose informazioni sul Primo Soccorso e sulle manovre disostruttive, promuovendo la cultura della prevenzione attraverso la formazione, l’informazione e la conoscenza sui rischi ad esso associati. Conoscere le manovre di disostruzione pediatrica è fondamentale per intervenire tempestivamente e nel modo migliore possibile. È una competenza che tutti i genitori, i nonni e coloro che si occupano dei più piccoli dovrebbero avere, dal momento che saper agire con prontezza e lucidità può essere decisivo nella tutela di una vita. Il modo più efficace per evitare il soffocamento dei bambini è la prevenzione, rendendo sicura la casa, attuando misure adeguate durante i pasti e fornendo giocattoli conformi e adeguati all’età. Cibi, giocattoli, oggetti di piccole dimensioni presenti in casa possono rappresentare un serio rischio di soffocamento per i più piccoli. L’ingestione accidentale di un corpo estraneo non è, infatti, un evento così raro e il soffocamento rientra tra le principali cause di morte per i bambini fino ai 4 anni.”
Particolarmente coinvolgente, per i partecipanti, è stata l’opportunità di sperimentare, insieme con gli istruttori, le manovre di disostruzione, la cui immediata e corretta esecuzione può risultare determinante per impedire gravi conseguenze nel caso in cui si verifichi l’ingerimento di un corpo estraneo, nonostante le accortezze prese.

You may also like

PIETRAPERZIA. VIDEO.Festa a scuola con gli ex alunni e con i piccoli allievi di oggi.

 L’omaggio tributato all’insegnante di Scuola dell’Infanzia Giovanna Di