LA POLIZIA DI STATO DI ENNA ED IL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA ORGANIZZANO UN CONVEGNO NELL’AMBITO DELLA RICORRENZA DELLA GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

LA POLIZIA DI STATO DI ENNA ED IL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA ORGANIZZANO UN CONVEGNO NELL’AMBITO DELLA RICORRENZA DELLA GIORNATA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

- in Comunicati Stampa

Nella mattinata odierna presso il teatro Garibaldi di Piazza Armerina si è tenuto un convegno organizzato dalla Questura di Enna e dal Comune di Piazza Armerina nell’ambito delle iniziative collegate alla Giornata internazionale per 1’eliminazione della violenza di genere e nel contesto della campagna permanente della Polizia di Stato “Questo non è amore“.
La manifestazione ha visto gli interventi del Questore di Enna, Dr. Corrado Basile, del Dirigente del Commissariato P.S. di Piazza Armerina Dr. Alberto Salerno, del Sindaco del Comune ospitante Avv. Antonino Cammarata, del Procuratore della Repubblica facente funzioni Dr.ssa Stefania Leonte, del Presidente del Centro Antiviolenza Donneinsieme “Sandra Crescimanno” Maria Grasso e della Dr.ssa Rosalinda Vitali, Referente del Codice Rosa presso 1’Asp di Enna.
L’attività di moderatore è stata svolta dal Dirigente il Commissariato distaccato di P.S. di Nicosia, Commissario Capo della Polizia di Stato Dr.ssa Elena Barreca.
La precisa scelta della location deriva dal maggior numero di fattispecie inquadrate nel cosiddetto “codice rosso” e comunque di violenza di genere, segnalate e verificatesi nel comprensorio di Piazza Armerina nel corrente anno, rispetto all’intera provincia, ivi compreso il capoluogo.
L’evento ha visto la partecipazione degli studenti delle ultime classi delle scuole superiori e degli enti del cosiddetto “terzo settore” e la partecipazione del cantautore Seba e dell’attore Giovanni Santangelo per testimoniare come la cultura possa essere formidabile veicolo di risveglio delle coscienze in una tematica ove il mancato rispetto dell’altro è spesso interpretato come arrogante imposizione di chi si crede o si sente più forte.
Per l’occasione nella piazza antistante il teatro è stato collocato il camper della Polizia di Stato con personale che ha distribuito gli opuscoli relativi alla campagna “Questo non è amore” del Servizio Centrale Anticrimine, per sensibilizzare le persone maltrattate alla “convenienza” se non alla necessità della querela o della richiesta di ammonimento allorché vittime di stalking o violenza domestica.
L’evento è stato occasione di incontro tra le diverse Istituzioni quali: Polizia di Stato, Magistratura, Associazioni – Centri antiviolenza e A.S.P. (quest’ultima, presso l’Ospedale “M. Chiello” di Piazza Armerina, ha inaugurato da qualche anno la “Stanza Rosa”), tutte impegnate direttamente nella lotta contro la violenza di genere, dando forza a quella rete c.d. multi-attore, nella quale poter confidare, avere fiducia e sostegno per tutte le vittime di violenza fisica, psicologica sessuale ed economica, sensibilizzando anche i più giovani, per ricordare a tutti che “un’ingiustizia commessa in un solo luogo è come una minaccia per la giustizia in ogni luogo” (Martin Luther King).
All’evento ha partecipato, per i relativi servizi di rappresentanza e dando lustro alla cerimonia,  personale del Reparto Ippomontato della Questura di Catania.

You may also like

BARRAFRANCA. Mozione del gruppo Legalità e Speranza in merito all’installazione delle antenne 5G.

Mozione consiliare “Emergenza installazioni antenne a tecnologia 5G”.PREMESSO