GDF CATANIA. Misura cautelare per amministratore società calatina. Sequestrati beni per 1 milione di euro.

GDF CATANIA. Misura cautelare per amministratore società calatina. Sequestrati beni per 1 milione di euro.

- in Cronaca

Eseguita una misura cautelare reale nei confronti dell’amministratore di una società calatina operante nel settore vitivinicolo. Sequestrati beni immobili per oltre un milione dl euro. I Finanzieri del Comando Provinciale di Catania, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Caltagirone, hanno eseguito un provvedimento di sequestro conservativo emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari nei confronti dell’amministratore unico di una nota società di persone calatina operante nel settore della produzione e vendita di vino sfuso e imbottigliato. L’attività d’indagine eseguita dai militari dalla Compagnia di Caltagirone avrebbe permesso di accertare, in capo all’amministratore della società, la commissione di una serie di reati societari riconducibili a una malsana gestione aziendale. Le Fiamme Gialle di Caltagirone, dopo aver analizzato una notevole quantità di atti e documenti sequestrati nel corso di una perquisizione delegata dall’Autorità Giudiziaria alla sede, avrebbero rilevato specifiche ipotesi di reato previste dal codice civile, quali l’impedito controllo e l’infedeltà patrimoniale ascrivibili in capo al socio amministratore il quale avrebbe omesso in modo sistematico la convocazione dell’assemblea dei soci e operato in totale autonomia al fine di poter disporre pienamente e senza alcun vincolo dei beni immobili appartenenti alla società. Dall’attività investigativa è emerso che l’amministratore deferito fosse portatore di interessi personali in conflitto con quelli della società, in quanto titolare di una ditta individuale operante nel medesimo settore produttivo. Lo stesso avrebbe arbitrariamente trasferito le cosiddette “quote vigne”, appartenenti alla pluralità dei soci, sui propri terreni adiacenti a quelli della società danneggiata, causando a quest’ultima un danno economico da individuarsi nel depauperamento del patrimonio aziendale, conferendo illecitamente un valore economico più elevato alla propria attività. Al termine dell’attività d’indagine, i finanzieri della Compagnia di Caltagirone hanno dato esecuzione alla misura cautelare reale disposta dal Giudice per le indagini preliminari finalizzata a salvaguardare le garanzie patrimoniali ed evitare la dispersione del patrimonio, sequestrando numerosi fabbricati e terreni ubicati nei Comuni di Catania e di Caltagirone (CT) per un valore complessivo di oltre un milione di euro. L’attività di servizio posta in essere è la dimostrazione del costante impegno profuso dalla Guardia di Finanza nel settore dei reati societari, a contrasto di tutti quei fenomeni delittuosi che minano alle fondamenta l’integrità del patrimonio sociale nonché le normali e tipiche attribuzioni di vigilanza dei soci sulle attività d’impresa. GAETANO MILINO

You may also like

ENNA. Ordine dei Medici: Diciassette nuove assistenti di studio odontoiatrico in provincia di Enna.

Giovedi 18 aprile, presso la sede istituzionale DELL’ORDINE