ENNA. Per il Comitato Sicilia Uisp l’attività motoria a tutti i livelli praticata in un contesto ambientale sostenibile è fondamentale per la ripresa socio economica dei nostri territori.

ENNA. Per il Comitato Sicilia Uisp l’attività motoria a tutti i livelli praticata in un contesto ambientale sostenibile è fondamentale per la ripresa socio economica dei nostri territori.

- in Enna

È stato ribadito in modo particolare nel corso del primo incontro in webinar del progetto nazionale Sport Per tutti dal tema “La Dimensione ambientale dello sport” e che ha visto la partecipazione di una cinquantina di istituzioni tra pubbliche isolane che direttamente od indirettamente hanno a che fare con politiche ambientali. Il coordinatore regionale Sicilia del progetto di carattere nazionale che vede coinvolte quindici regioni, Santino Cannavò nella sua esaustiva, completa ed articolata relazione introduttiva ha ancora illustrato ai presenti quali sono i punti focali del progetto Sport per Tutti in questo caso in chiave ambientale e che si rifà sia a enunciazioni di principio, sia nazionale che comunitario come la Carta di Lisbona e dove lo sport e l’attività motoria in genere e all’insegna delle pari opportunità ha una notevole importanza nella vita di un cittadino e nella società in genere. Il tutto però deve essere coniugato ad un contesto ambientale accogliente sia da un punto di vista infrastrutturale che di stessa qualità della vita dall’aria che respiriamo, all’acqua, ai territori, come boschi ed altro ancora. E qui un ruolo importante lo giocano gli enti locali, nello specifico i comuni che sono i veri “controllori” del territorio e che quindi sono quelli che in teoria dovrebbe meglio conoscere i propri territori e i bisogni delle loro stesse comunità. E totalmente d’accordo a quanto detto nella sua relazione da Cannavò, il dirigente di Arpa Sicilia, il dottor Cuffari, che ha intanto ribadito la massima disponibilità alla collaborazione al progetto da parte di questa importante struttura tra l’altro pubblica di controllo, monitoraggio, ma anche propositiva ed educativa, (sicuramente non poliziesca) e nello stesso tempo ha fornito tutta una serie di dati molto importanti sulla qualità dell’aria, sul rapporto abitante – aree verdi, sul rapporto abitanti – chilometri di piste ciclabili ed altro ancora che potranno tornare utili nel prossimo futuro per iniziare la costruzione di una idea progettuale su come l’Uisp insieme a tutta la rete di istituzioni che si sta cercando di creare, intende il valore ambiente nell’ambito sportivo e del movimento in genere. Importanti contributi alla discussione sono stati forniti dall’Assessore alle Politiche sociali del Comune di Enna Giampiero Cortese e Floriana Solaro per conto della segretaria regionale Sicilia del Nidil Cgil. Prossimo appuntamento venerdì 21 ottobre con un altro incontro che questa volta affronterà la tematica di sport ed economia. GAETANO MILINO

You may also like

Comitato NoElettrosmog Barrafranca incontra l’On. Fabio Sebastiano Venezia.

Di seguito il C.S. Ieri il Comitato NoElettrosmog