ASP Enna. Attivato l’ambulatorio pediatrico di prevenzione in età scolare

ASP Enna. Attivato l’ambulatorio pediatrico di prevenzione in età scolare

Inaugurato l’Ambulatorio Pediatrico di Prevenzione in età scolare per specifiche fasce di alunni frequentanti la prima, terza, quinta elementare e prima e terza media. L’ambulatorio è situato presso il Poliambulatorio ex Inam di Enna.  L’accesso all’ambulatorio sarà su invito del Servizio di Medicina Scolastica alle scuole e successiva prenotazione dei genitori. A scoprire la targa dell’Ambulatorio Pediatrico, il Direttore del Dipartimento Materno Infantile, Dott.ssa Loredana Disimone, in presenza del Direttore di Distretto Dott.ssa Antonietta Mazzurco e del Pediatra Responsabile di Medicina Scolastica Dott. Rosario Colianni che sarà coadiuvato dall’ infermiere Professionale Rina Catania per le visite ai bambini.

“La prevenzione è un momento molto importante perché con essa è possibile anticipare e vanificare l’insorgenza di tante malattie.  L’Assessorato alla Sanità ha pertanto disposto con la circolare n°1110 del 9/4/03 le visite di prevenzione per gli alunni”, sottolinea Rosario Colianni.

“Le visite riguarderanno: il controllo visivo (comprendente anche il controllo per il daltonismo), il controllo di crescita auxologica, il controllo uditivo, il controllo odontoiatrico; il controllo ortopedico per il piede (terza elementare) e la colonna (prima e terza media). Per i bambini a rischio sarà inoltre effettuato lo screening per il diabete, lo screening per l’intolleranza al glutine e per la malattia reumatica. Per le ragazze di terza media sarà data la possibilità di eseguire lo screening per lo stato di portatore di Talassemia. Tutti i casi riscontrati degni di nota saranno indirizzati con ricettario in esenzione Ticket agli specialisti di branca di secondo livello per tutti gli accertamenti del caso”  

Previous PIETRAPERZIA. “Basta violenza contro le donne”. Parlano Maria Grasso e Carola Monasteri.
Next GDF CATANIA: SEQUESTRATI A RANDAZZO (CT) OLTRE 800 PRODOTTI NON SICURI.