PALERMO. Arrestato uno “scafista” tunisino e sequestrato peschereccio per sbarco di migranti a Lampedusa.

PALERMO. Arrestato uno “scafista” tunisino e sequestrato peschereccio per sbarco di migranti a Lampedusa.

Il comunicato arriva dal ROAN – Reparto Operativo Aeronavale – della Guardia di Finanza di Palermo. La sera del 31 agosto, grazie alla tempestiva segnalazione di alcuni diportisti, testimoni di uno sbarco di migranti sull’isolotto di Lampione da una imbarcazione da pesca che successivamente si allontanava verso la Tunisia, è intervenuta una vedetta della Sezione Operativa Navale di Lampedusa, che già operava nell’ambito del dispositivo di vigilanza permanente nelle acque pelagiche. Con l’ausilio della rete radar costiera, monitorata dalla sala operativa del Reparto Operativo Aeronavale di Palermo, si localizzava l’imbarcazione sospetta, che veniva fermata e scortata in porto. La Procura della Repubblica di Agrigento ha coordinato da subito gli accertamenti di polizia giudiziaria effettuati dai finanzieri, che hanno permesso di confermare l’ipotesi criminosa del favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Il soggetto tunisino trovato alla guida dell’imbarcazione veniva sottoposto a fermo di indiziato di delitto e condotto in carcere ad Agrigento per la violazione dell’art.12 del Testo Unico sull’Immigrazione, mentre il peschereccio veniva posto sotto sequestro ed assicurato al molo Favaloro del porto di Lampedusa. GAETANO MILINO

Previous PIETRAPERZIA. Il sei settembre 2021 seconda dose vaccino anticovid 19.
Next CATANIA. Gdf Catania: Contrasto allo spaccio di sostanza stupefacente e al porto abusivo di armi da fuoco. Arrestato pregiudicato in possesso di pistola con matricola abrasa sequestrata l’arma, le munizioni e gli stupefacenti.