PIETRAPERZIA. Approvati dal consiglio comunale i piani finanziari e le tariffe Tari.

PIETRAPERZIA. Approvati dal consiglio comunale i piani finanziari e le tariffe Tari.

Per la tariffa Tari 2021, aumenti di pochi centesimi. Durante la stessa seduta sono stati approvati il piano finanziario per la determinazione dei costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani e delle tariffe per l’applicazione della tassa sui rifiuti (Tari anno 2020 e Tari 2021. Per i piani finanziari e le tariffe Tari sette voti a favore,  i consiglieri di maggioranza. Contrari i tre di opposizione presenti in aula, Calogero Di Gloria, Giusy Di Blasi e Silvia Romano. Erano presenti il sindaco Salvuccio Messina, il segretario comunale Maurizio Toscano, il caposettore Utc Michele Dell’Uomini e il comandante di Polizia Locale Giuseppe Principato. Calogero Di Gloria, “Insieme Per Pietraperzia”, sulla problematica, ha dichiarato: “Abbiamo proposto tavoli di lavoro per apportare delle migliorie e inserire ulteriori servizi come discerbamento oltre a  pulizia e lavaggio strade. Non condividiamo i numeri nella forma e nella sostanza e per questo motivo annunciamo il nostro voto contrario”. Poi lui ha  proposto di collaborare per lo sviluppo della gara settennale rifiuti. L’indipendente Silvia Romano, sulla stessa questione, ha detto: “I documenti sono arrivati in ritardo e non abbiamo avuto la possibilità di un approfondimento preliminare”. L’assessore al ramo Salvatore Russo ha dichiarato: “Allo stato attuale abbiamo un servizio ponte in attesa dell’espletamento della gara settennale. Non abbiamo avuto il tempo materiale per chiedere la collaborazione”. E ha concluso: Nella gara settennale sono previsti i servizi di pulizia strade e discerbatura. Ci stiamo adoperando per pulire Pietraperzia”.   Approvati all’unanimità il regolamento comunale sui criteri di attuazione della cessione della cubatura di cui all’articolo 22 della legge regionale N° 16 del 10 agosto 2016 e il piano di lottizzazione ubicato in contrada “Cottone Badia” territorio del Comune di Pietraperzia ricadente nella zona omogenea “C1” del piano di fabbricazione vigente presentato dal signor Vincenzo Taibi su delega dei signori Biagia Ferro, Giuseppe Ferro, Luigi Ferro, Maria Celeste Ferro, Salvatore Ferro. I due punti, cubatura e piano di lottizzazione. illustrati dall’architetto Michele Dell’Uomini. Durante la discussione sul regolamento cubatura, sospeso il consiglio comunale per un vivace battibecco tra il sindaco Salvuccio Messina e il consigliere di opposizione Calogero Di Gloria. Alla ripresa dei lavori, lo stesso Calogero Di Gloria ha chiesto un tavolo tecnico per mettere mano allo strumento urbanistico vigente. La consigliera Silvia Romano, indipendente, ha detto che “le questioni cubatura e strumento urbanistico vanno attenzionate con cura”. Il piano di lottizzazione approvato dall’aula si trova in viale Don Bosco, di fronte alla caserma dei carabinieri. GAETANO MILINO

Previous Assegnati alla Questura di Enna 7 Agenti della Polizia di Stato.
Next PIETRAPERZIA. Due soli sportellisti all’ufficio postale di via Tripoli.