BARRAFRANCA. “Tasse col botto”. Lo dicono i consiglieri comunali di opposizione.

BARRAFRANCA. “Tasse col botto”. Lo dicono i consiglieri comunali di opposizione.

- in Barrafranca, Politica

BARRAFRANCA. La loro dichiarazione attraverso un documento dopo l’approvazione, da parte di otto consiglieri comunali presenti in aula, del Piano Tari 2019.  I firmatari del documento, alquanto critico nei confronti dell’amministrazione comunale Accardi, sono  i consiglieri di opposizione Alessandro També, Katia Baglio, Jasmine Barresi, Kevin Cumia, Clorinda Perri, Salvatore Cumia, Giuseppe Ferrigno. Questo quanto scrivono i sette di opposizione: “Colpire alla schiena i cittadini mentre erano intenti a prepararsi  per i festeggiamenti di fine anno ha dell’incredibile. Ebbene è avvenuto! E’ stata AUMENTATA la TASSA sui rifiuti di 500.000 euro ED E’ STATO FATTO IL 31 DICEMBRE SENZA NEANCHE FIATARE. SENZA SPIEGARE IL PERCHE’ AI CITTADINI IGNARI E TARTASSATI!”. I sette consiglieri comunali barresi di opposizione scrivono ancora: “Cari consiglieri di maggioranza, avete parlato di senso di responsabilità  ma spiegateci quale senso di responsabilità vi ha guidato. Spiegatelo soprattutto ai nostri concittadini!!! Spiegate LORO che parte di quei 500.000 euro serviranno  per pagare SERVIZI MAI PRESTATI E STIPENDI DA DARE AGLI AMMINISTRATIVI PER LAVORI MAI EFFETTUATI PER IL NOSTRO COMUNE NELL’ANNO 2019! Avete solo dimostrato che la maggioranza del Sindaco Accardi ritrova  i numeri e si ricompatta allorché deve aumentare le tasse!!! COMPLIMENTI!!! Vi avevamo chiesto di non approvare costi per servizi mai effettuati e invece lo avete fatto!”. “Dovevate responsabilmente limare i costi – si legge ancora nello stesso documento – per incoraggiare i nostri concittadini alle prese con la differenziazione dei rifiuti! NON LO AVETE VOLUTO FARE!!! E ciò dovete ancora spiegarlo alla gente! Ora dovete anche spiegare il perché avete aumentato la tassa sui rifiuti e dovete spiegarlo ad ogni famiglia, ad ogni titolare di attività commerciale e artigianale che si vedrà recapitare una parte di quei 500.000 euro in più da versare! Fatelo presto se ne avete il coraggio ma non mentite alla città! Non dite che voi avete tolto la spazzatura dalle strade. Era il minimo che dovevate fare!”. I sette consiglieri di opposizione concludono: “A noi consiglieri di minoranza oggi non rimaneva altro strumento che l’assenza. Con la nostra assenza abbiamo cercato di impedire che si tenesse un  Consiglio Comunale che portasse e questo bruttissimo REGALO DI FINE ANNO! Speravamo che non trovassero il coraggio e i numeri per continuare a ferire mortalmente la città ma evidentemente con i soliti sistemi sono stati fatti quadrare i conti della politica devastando le tasche dei cittadini!”. GAETANO MILINO

You may also like

ENNA, SABATO SCORSO LA “GIORNATA MONDIALE DEL DONATORE DI SANGUE” FRATRES CEM. SANGUE, ENNA CAPOLUOGO VIRTUOSO

Enna, per un giorno, capitale della donazione di