BARRAFRANCA. Interrogazione al sindaco Fabio Accardi da due consiglieri comunali.

BARRAFRANCA. Interrogazione al sindaco Fabio Accardi da due consiglieri comunali.

- in Barrafranca

  BARRAFRANCA. Il documento, primo firmatario Salvatore Cumia e secondo Kevin Cumia, riguarda richieste di chiarimenti sull’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato. “I sottoscritti consiglieri comunali – scrivono i due nella loro interrogazione – premesso che in data 17.6.2019 con deliberazione del consiglio comunale numero 29 è stata approvata l’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato pluriennale 2014/2018 e nuovo modello F”. “La sopracitata delibera – scrivono ancora i due consiglieri comunali è stata inviata al Ministero degli Interni – Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale della Finanza Locale”. “Considerato che in data 2.8.2019 il Ministero dell’Interno ha inviato alò Comune di Barrafranca richiesta istruttoria contenente bel 20 prescrizioni, ossia elementi integrativi da acquisire necessariamente entro il termine di 60 giorni dalla ricezione della comunicazione ai finio della valutazione della validità delle Misure predisposte dall’Ente per consolidare la propria situazione finanziaria e della capacità delle misure stesse di assicurare stabilità alla gestione finanziaria dell’Ente”. “Ritenuto che – scrivono ancora Salvatore e Kevin Cumia – tale richiesta istruttoria non è stata trasmessa ai consiglieri comunali per informarli al fine di metterli nelle condizioni di esercitare le proprie funzioni, né alla 2ª commissione Bilancio che, in diverse sedute, aveva richiesto, attraverso specifico ordine del giorno, chiarimenti in merito all’Ipotesi di Bilancio Stabilmente Riequilibrato, come risulta dagli appositi verbali pubblicati all’Albo Pretorio dell’Ente con la premessa, da parte dell’Amministrazione Comunale, che avrebbe trasmesso quanto necessario nei termini di legge al fine di salvaguardare le prerogative dei consiglieri comunali per l’espletamento del loro mandato e dell’attività di indirizzo e di controllo degli stessi”. Salvatore e Kevin Cumia continuano: “Tale mancata trasmissione viola la legge e le prerogative dei Consiglieri Comunali ostacolando, inoltre, lo svolgimento delle loro funzioni e ledendo i principi di legalità, trasparenza e buon andamento della Pubblica Amministrazione”. “Per quanto sopra premesso, considerato e ritenuto i consiglieri comunali interrogano il sindaco per sapere e conoscere i motivi della mancata trasmissione della nota del 2 agosto 2019 inviata dal Ministero dell’Interno, al fine di informare e coinvolgere gli stessi per dare loro la possibilità di venirne a conoscenza e proporre indirizzi, nell’esercizio delle loro funzioni”. Salvatore e Kevin Cumia concludono: “Si chiede che alla presente venga data risposta scritta ed orale riservandosi, all’esitro della risposta del sindaco, di chiederne la trasformazione in mozione. Attesa l’importanza della stessa, si chiede che la presente interrogazione sia inserita all’ordine del giorno della prima seduta consiliare utile”. GAETANO MILINO

You may also like

SALUTO DI COMMIATO DEL QUESTORE DELLA PROVINCIA DI ENNA, DIRIGENTE SUPERIORE DELLA POLIZIA DI STATO DR. CORRADO BASILE

Dal 1° marzo 2024, il Questore della Provincia