PIETRAPERZIA. Musical “Il Vangelo Secondo San Remo”. Spettacolo di grande spessore con gli alunni del comprensivo “Vincenzo Guarnaccia” di Pietraperzia.

PIETRAPERZIA. Anche il teatro “Margherita” di Caltanissetta stracolmo per l’esibizione dei 48 attori in erba di Pietraperzia. Domani 5 giugno si replica con due spettacoli a Gela. Nella città del Golfo il musical verrà portato in scena al teatro comunale “Eschilo” alle ore 16 e alle ore 20. L’opera scritta dal maestro Gioacchino Pellitteri. L’esibizione di lunedì sera 3 giugno al teatro “Margherita” di Caltanissetta, dopo il grande successo riscosso ai teatri “Garibaldi” di Enna e di Piazza Armerina del 30 e 31 maggio scorsi. Lo spettacolo, della durata di due ore e mezza, ha incantato il numeroso pubblico presente. In sala numerose autorità tra cui il vicesindaco di Caltanissetta che ha dato il benvenuto oltre al professore Salvatore Mastrosimone, vicario del professore Giuseppe Ferro, dirigente scolastico del comprensivo Vincenzo Guarnaccia di Pietraperzia. Tra i presenti anche don Lino Giuliana, parroco delle parrocchie “Itria” e “Maria Santissima della Stella” di Barrafranca. Lo spettacolo ripercorre la vita di Nostro Signore dall’Annunciazione alla sua morte e risurrezione. Nella parti di Gesù, la Madonna e San Giuseppe rispettivamente Matteo Merlino, Klelia Turco e Domenico Rizzo. Questi tutti gli attori in erba: Giulia Barravecchia, Maria Bellomo, Daniele Bongiovanni, Gaia Calì, Giulia Cannizzaro, Alessio Centonze, Giuseppe Chiolo, Lorena Corvo, Sofia Cosentino, Amalia Cusimano, Elena Di Cataldo, Gabriele Di Gloria, Martina Di Gloria, Giuseppe Di Gregorio, Ludovica Di Gregorio, Daniela Di Natale, Lucrezia Evola, Giuseppe Falzone, Carlo Giunta, Elena Guarnaccia, Marco Huang, Gabriele Merlino, Matteo Merlino, Stefano Messina, Cristian Miccichè, Giuseppe Milia, Gaspare Nocilla, Luciana Nocilla, Chiara Paci, Piercarlo Padovano, Carlo Pagliaro, Salvatore Perri, Giulia Puzzo, Giuseppe Puzzo, Simone Puzzo, Domenico Rizzo, Matteo Romano, Miriam Romano, Giada Santogiacomo, Anita Serio, Arianna Sillitto, Filippo Sillitto, Nicoletta Similia, Alessandra Toscano, Klelia Turco, Alexandra Vaicu, Filippo Viola, Giorgia Zarba. Molto emozionante e coinvolgente lo spettacolo. La vita e le opere di Gesù accompagnata da oltre ottanta canzoni di musica leggera con le parole cambiate ed adattate al testo del Vangelo. Tutti gli alunni hanno dato il meglio di loro stessi. Calorosi applausi dal numeroso pubblico durante le due ore e mezza di spettacolo. Il tempo è letteralmente volato via e tutti sono rimasti entusiasti per la grande maestria dei piccoli attori. L’ultima esibizione sarà il prossimo 9 settembre a Pietraperzia. Molto bravi anche i docenti che hanno guidato ed accompagnato per tutto il percorso didattico gli alunni. Accompagnamento musicale con i professori Mirko Gangi al piano, Giuseppe Loibiso al clarinetto e Giuseppe Vacca alla batteria. Adattamento testo e Vocal Coach la maestra Martina Vacca, regista la professoressa Paola Di Maggio, Aiuto regista la professoressa Laura Monaco e l’insegnante Mariella Vinci, Dizione e recitazione a cura dell’insegnante Maria Teresa Pace. Studio delle parti a cura dei professori Elisa Gentile e Filippo Salvaggio, scenografia a cura della professoressa Cinzia Caminiti. I costumi curati dalla professoressa Rosalinda Nicolosi. Video Maker il professore Salvatore Mastrosimone. “Il Vangelo Secondo San Remo – affermano i professori che hanno guidato i 48 artisti in erba – è una delle azioni della Scuola Polo Regionale “Vincenzo Guarnaccia” di Pietraperzia che prevede, tra l’altro, uno spettacolo teatrale”. “È stata scelta l’opera di Gioacchino Pellitteri – continuano i docenti – che presenta la vita di Gesù dall’Annunciazione alla Resurrezione”. E concludono: “Si tratta di un lavoro che ha richiesto molti sacrifici ed impegno da parte di tutti i ragazzi e delle loro famiglie e dei docenti. Siamo profondamente soddisfatti per la riuscita dello spettacolo molto emozionante e coinvolgente”. GAETANO MILINO

Previous Barrafranca Running, altra impresa a Firenze per Antonio Bellanti
Next Bonfirraro editore: da Torino a Palermo