PIETRAPERZIA. Approvato dal consiglio comunale il piano finanziario TARI e la sua immediata eseguibilità.  

PIETRAPERZIA. Approvato dal consiglio comunale il piano finanziario TARI e la sua immediata eseguibilità.  

- in Pietraperzia

PIETRAPERZIA. Il piano illustrato dal Responsabile del Servizio Finanziario Gianfilippo Marino. Ad approvarlo sono stati gli otto consiglieri comunali di maggioranza presenti in aula. Contrari Antonio Viola, Rosa Maria Giusa e Silvia Romano, tutti e tre di opposizione. In aula presenti il Sindaco Antonio Bevilacqua e gli assessori Chiara Stuppia e Michele Laplaca. Presiede la seduta Rocco Miccichè. Il primo cittadino di Pietraperzia  si associa al Presidente del consiglio comunale nei saluti ufficiali al nuovo Segretario Comunale Eleonora Di Fede “che si è insediata da qualche settimana e sta già dando una grande mano, non solo in veste di Segretaria ma anche in veste di responsabile dei servizi sociali”.

Per quanto riguarda la TARI, continuerà ad essere prevista l’applicazione per utenze monofamiliari. la tariffa che si calcola per un massimo di 80mq”. Continua dicendo che “è stato fatto un corretto lavoro di aggiornamento della banca dati del Comune. Con un ottimo lavoro dell’ufficio tributi e del Dottore Gianfilippo Marino si è ottenuto un aggiornamento adeguato relativamente ai metri quadri su cui la TARI viene calcolata”. “Mentre prima si conferiva l’indifferenziata a Enna – ha continuato il sindaco Antonio Bevilacqua – ora siamo costretti a conferire a Palermo con un costo più alto (da 100 a 200 € a tonnellata). Se la discarica di Enna riaprirà avremo un ulteriore riduzione della tariffa”. Ha poi detto che “gli ultimi dati relativi alla raccolta differenziata ci danno al 71%, quindi continua il trend positivo”. Il Consigliere di maggioranza Filippo Bevilacqua: “Finalmente la tariffa si abbassa del 5% medio per famiglia” ed esprime apprezzamento per l’ottimo livello di raccolta differenziata. “A breve arriverà il decreto di finanziamento del CCR-Centro Comunale di Raccolta”. Il Presidente del consiglio comunale dà atto della presenza del parere favorevole del Collegio dei Revisori. Il consigliere Antonio Viola, opposizione.  lamenta la mancanza di rispetto per i consiglieri comunali. “Si convoca una commissione – ha detto Antonio Viola – venerdì per lunedì e, se non è possibile partecipare, si va direttamente in consiglio.

I consiglieri hanno il diritto di poter partecipare alle commissioni”. Il presidente Rocco Miccichè ha risposto che  gli eventuali assenti possono delegare, come hanno fatto i consiglieri di maggioranza. Inoltre, non appena è stata presentata la proposta, è stata convocata la commissione”. “La necessità di svolgere il consiglio – ha continuato Rocco Miccichè – nasce dal fatto che tali delibere devono essere approvate entro il 31 marzo e la prossima settimana il Segretario non potrà essere presente”. Antonio Viola ha fatto notare che, in assenza del segretario comunale, c’è  il Vice Segretario. Il presidente Rocco Miccichè  ha risposto che “su punti delicati preferisco che ci sia il Segretario”. Silvia Romano, opposizione:  “Il Sindaco parlava prima di Ecopunto. Volevo capire quando i cittadini avranno le relative riduzioni. Per quanto riguarda il conferimento in discarica a Palermo, siamo stati “puniti” perché non abbiamo raggiunto il livello minimo di differenziata al momento della chiusura della discarica di Enna, altrimenti avremmo potuto conferire, come altri Comuni, in luoghi più vicini, come Catania”. La Romano ha poi aggiunto: “A fronte di un risparmio di circa 10-12 € a famiglia, viene a mancare il servizio dello spazzamento”. Ha poi lamentato la presenza  dei cassonetti all’ingresso del paese, “senza essere mai lavati e puliti. Non c’è un Centro Comunale di Raccolta, neanche provvisorio. Non si capisce perché il nostro CCR non sia ancora stato finanziato”. Gianfilippo Marino ha risposto: “Per la riduzione per l’Ecopunto abbiamo avuto difficoltà ad applicarla in acconto, ma l’applicheremo dopo, inserendo una parte dell’anno 2018”.

Il sindaco Antonio Bevilacqua ha detto che “lo spazzamento è previsto nel costo degli operatori e, attualmente, viene effettuato quasi giornalmente. Sono state inserite anche vie che prima non venivano spazzate”. “Per quanto riguarda il conferimento a Bellolampo – ha continuato il sindaco Antonio Bevilacqua – ogni giorno mi metto in contatto con l’Assessorato Regionale. A novembre abbiamo superato il 30% di differenziata. Il conferimento a Bellolampo era, in effetti, punitivo per il non raggiungimento del 30% di raccolta differenziata. Quindi continuo ad avere contatti con gli organi competenti per fare spostare il conferimento in luoghi più vicini”. Il sindaco di Pietraperzia ha poi detto che “il Piano ARO approvato dall’Amministrazione comunale precedente prevedeva un orario ridotto di 24 ore settimanali per gli operatori, dunque rimaneva tutto come prima della raccolta differenziata. Noi abbiamo fatto il progetto per il CCR nel 2016, l’abbiamo presentato a giugno del 2017, finanziato a novembre 2017. Siamo pertanto in attesa del Decreto di finanziamento e anche per questo sono continuamente in contatto con gli organi competenti per sollecitare gli adempimenti.

L’operatore controlla anche il conferimento nel camion. Siamo l’unico Comune della Provincia di Enna ad avere abbassato la tariffa TARI con l’avvio della differenziata”. Silvia Romano, consigliere di opposizione: “Come mai continuiamo ad agire in emergenza e non si è provveduto a fare un gara settennale?”. Il Sindaco ha risposto che  “abbiamo dato indirizzo al Responsabile UTC per chiudere quanto prima questa situazione emergenziale. Ora verrà fatta una gara “ponte” per dieci-dodici mesi, in vista della gara per sette anni. Il Consigliere di maggioranza Giusto ha fatto notare  che “nei cinque anni precedenti alla nostra Amministrazione la tariffa TARI si è triplicata. Mentre dal 2015 ad oggi non si è mai avuto un aumento. Era già questo un traguardo, in più adesso c’è una riduzione del 5%”.

Il Consigliere Filippo Bevilacqua, anche lui di maggioranza: “Sulla modalità di convocazione delle commissioni, ritengo che sia stato perfettamente rispettato il tempo come da regolamento sul funzionamento del Consiglio Comunale”. Silvia Romano: “Il nostro voto sarà contrario perché il costo dello spazzamento non è previsto da nessuna parte, neanche come costo degli operai”. La seduta è stata poi sospesa per 33 minuti su richiesta della stessa Romano. Anche il consigliere Antonio Viola dice: “Per il punto all’ordine del giorno noi votiamo contrari”. Al termine, ci sono otto voti favorevoli e tre contrari. GAETANO MILINO

You may also like

Annuncio servizi funerari Ag. G.B.G. Sig. Collerone Salvatore di anni 83

Annuncio servizi funerari Ag. G.B.G. Sig. Collerone Salvatore