Pietraperzia. Impianto di videosorveglianza in paese. Il sistema verrà potenziato con 35 nuovi punti di osservazione

Pietraperzia. Impianto di videosorveglianza in paese. Il sistema verrà potenziato con 35 nuovi punti di osservazione

- in Pietraperzia

È quanto previsto dal progetto presentato dal Comune di Pietraperzia al Ministerro degli Interni. Il costo complessivo sarà di 366 mila e 800 euro. Il costo di compartecipazione, per il Comune di Pietraperzia, sarà di 36 mila 680 euro. Le somme occorrenti verranno iscritte nel bilancio. La realizzazione di tale impianto sarà inserita pure nel piano Triennale Opere Pubbliche. Le nuove telecamere previste nel progetto sono in totale 106. La delibera di giunta e il relativo progetto sono stati approvati dal sindaco Antonio Bevilacqua, dal suo vice Laura Corvo e dagli assessori Chiara Stuppia e Michele Laplaca. Gli “occhi elettronici” verranno sistemati in diversi punti del paese e copriranno l’intero centro abitato. “Questo Comune – si legge nella delibera di giunta municipale del sindaco Antonio Bevilacqua – si propone l’obiettivo di migliorare la sicurezza dei cittadini, contrastare ogni forma di illegalità con azioni volte alla prevenzione e contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria e a favore del decoro urbano”. Questi gli altri obiettivi da raggiungere con l’implementazione dell’impianto di videosorveglianza: Prevenzione e contrasto alle forme di criminalità, Migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini, Favorire l’impiego delle Forze di polizia sul territorio. Altri obiettivi: Aumentare la presenza discreta della Forze dell’ordine, Promozione del rispetto del decoro urbano, Monitorare luoghi sensibili, Monitoraggio delle vie di accesso all’area urbana, Riconoscimento targhe automatico dei veicoli che transitano per le vie di accesso principali. Si pone anche la necessità di Monitoraggio delle Piazze e luoghi di maggiore frequentazione, Monitoraggio dei principali luoghi di culto, Aumentare il controllo del traffico, Ottenere informazioni discriminanti su atti vandalici e criminosi.
La presentazione del progetto e la relativa delibera fanno seguito alla firma, tra il sindaco di Pietraperzia e il Prefetto di Enna, del “Patto per la Sicurezza Urbana”. Il punto di monitoraggio e il centro di controllo e coordinamento sarà sistemato in un punto strategico del paese. Viene individuata la polizia locale di Pietraperzia, quale organo preposto al sistema di videosorveglianza e del quale potranno usufruirne, per soli motivi di pubblica sicurezza, tutte le forze dell’ordine. GAETANO MILINO

You may also like

PIETRAPERZIA. VIDEO.Festa a scuola con gli ex alunni e con i piccoli allievi di oggi.

 L’omaggio tributato all’insegnante di Scuola dell’Infanzia Giovanna Di