Pietraperzia. Da lunedì 11 giugno partomo i parcheggi a pagamento

Pietraperzia. Da lunedì 11 giugno partomo i parcheggi a pagamento

- in Pietraperzia

PIETRAPERZIA: Nella rivoluzione copernicana per la circolazione stradale nel centro abitato hanno trovato posto le strisce blu ossia il posteggio a pagamento. IL sindaco Antonio Bevilacqua ha informato che a cominciare la lunedì prossimo 11 giugno saranno attivate le strisce blu a pagamento che sono state previste in via Stefano Di Blasi, piazza Vittorio Emanuele, via Barone Tortorici e piazza Matteotti. E’ stato reso noto che per i primi quindici minuti si ha la franchigia, mentre poi sono previsti 60 centesimi per un’ora.
L’amministrazione comunale ha previsto che i ticket saranno in vendita nei tabacchini e negli esercizi commerciali. Entro la data prestabilita tutte le attività commerciali senza alcuna distinzione possono acquistare i ticket presso l’ufficio commercio municipale, con un agio previsto di € 0,12 per ogni ticket. Sempre entro tale data (o dopo), si possono comprare i ticket presso l’ufficio commercio municipale.



“Inoltre il sindaco Antonio Bevilacqua – rende noto – che ogni nucleo familiare che ha residenza anagrafica in una via dove sono presenti solamente strisce blu può richiedere ed ottenere un “pass” gratuito con durata annuale, valido esclusivamente nella stessa via di residenza. Tutti i cittadini, anche residenti in altri comuni, possono richiedere ed ottenere abbonamenti mensili del costo di € 15,00, validi su tutto il territorio comunale. Infine, si ricorda che i primi 15 minuti di sosta sono totalmente gratuiti: basta esibire sul cruscotto disco orario indicante l’orario di arrivo”.
Per quanto riguarda la rivoluzione viaria ancora in paese esistono movimenti di malumore; comunque la maggioranza dei cittadini è entrata in uno spirito di adattamento. Dai primi risultati si può affermare che certamente si tratta di una rivoluzione illuminata.
Giuseppe Carà

You may also like

Noto. “L’arte senza confini nel cuore del Barocco”, successo di pubblico per la biennale internazionale.

GUCCIONE: “Opere realizzate per celebrare la bellezza di