Pietraperzia. Incendio di presunta origine dolosa nella casa di campagna del suocero del sindaco Antonio Bevilacqua

Pietraperzia. Incendio di presunta origine dolosa nella casa di campagna del suocero del sindaco Antonio Bevilacqua

- in Pietraperzia

Pietraperzia. Le fiamme hanno affumicato la facciata esterna della casa ed alcune stanze. Ad essere presa di mira da ignoti è stata la casa di campagna di Saro Ciulla che si trova lungo la statale 191 Pietraperzia Barrafranca e a poca distanza da contrada Fondachello e dall’Oasi di Caulonia. Sul posto sarebbero state trovate tracce di liquido infiammabile. La scoperta del danno stamattina 27 febbraio dallo stesso proprietario che era andato in campagna ed ha trovato la “sorpresa”. Saro Ciulla, una persona assolutamente tranquilla e di specchiata moralità, è il suocero del sindaco di Pietraperzia Antonio Bevilacqua. Sono state avviate immediatamente le indagini dalle forze dell’ordine per cercare di dare un volto e un nome agli autori dell’ignobile attentato. Intanto per domani, 28 febbraio, alla prefettura di Enna, è convocato il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza. Tra gli argomenti all’ordine del giorno, anche la situazione di Pietraperzia. È il secondo grave episodio che si registra nella cittadina del castello Barresio nel giro di una decina di giorni. Nella notte fra il 14 e il 15 febbraio scorso proprio a Pietraperzia sui era verificato un fatto inquietante. Un colpo di fucile caricato a pallettoni era stato esploso, nottetempo, contro una finestra della casa canonica in via San Giuseppe che ospita venti immigrati di colore. Quella notte non c’è scappato il morto perché nessuno si trovava nella traiettoria dei proiettili. Intanto in paese sono state rafforzate le misure di sicurezza con numerose pattuglie di polizia e di carabinieri a sorvegliare il centro abitato notte e giorno. Da registrare che, nella notte tra il 24 e il 25 aprile 2016, ignoti avevano appiccato il fuoco al portone della casa del sindaco Antonio Bevilacqua e provocato gravi danni al portone. Sull’attentato di stanotte, il sindaco di Pietraperzia Antonio Bevilacqua afferma: “È l’ennesimo gesto intimidatorio che fa riflettere sulla situazione che c’è a Pietraperzia. Mi suona strano il fatto che, nonostante la presenza delle forze dell’ordine, e di tutti questi controlli, continuino a sentirsi tranquilli nel compiere gesti intimidatori e mafiosi”. “Noi continueremo nel nostro cammino di legalità e non ci lasceremo assolutamente intimidire”, conclude il sindaco di Pietraperzia Antonio Bevilacqua. GAETANO MILINO

You may also like

CONTROLLI AMMINISTRATIVI NELLE ARMERIE E POLIGONI DI TIRO DELLA PROVINCIA DI ENNA AD OPERA DELLA POLIZIA DI STATO.

Giornata di controlli amministrativi, quella dello scorso giovedì