Pietraperzia. La formazione “La Zagara” vince il terzo memorial “Giovanni Piccicuto”

Il torneo di calcio a 6 è stato disputato nel campetto in erba sintetica dove opera l’Asd Sport Village del presidente Giuseppe Scaletta

La formazione La Zagara è la regina del terzo memorial “Giovanni Piccicuto” di  calcio a 6 nel campetto di contrada Portella Di Matteo. Con il risultato di 5-3 la formazione vince la finale contro  la squadra “Macelleria Femminile/Mpare Nino” davanti ad un pubblico numeroso. L’estate nei comuni tra Pietraperzia e Barrafranca si caratterizza anche per i tornei di calcio grazie alla passione di molti giovani. Ad organizzare il torneo di calcio a Pietraperzia l’Asd Sport Village del presidente Giuseppe Scaletta il quale viene collaborato dagli inossidabili Gianluca Scaletta, Claudio Scaletta e Linda Carapezza. Presente all’iniziativa il presidente provinciale Aics, Alessandro Lanza che ha collaborato con Scaletta e Valentina Bonincontro, vedova di Giovanni Piccicuto a cui è dedicato il torneo che perse la vita nel 2014 in un incidente autonomo lungo la Sp 78. Una finale giocata a visto aperto dove le reti per “La Zagara” sono state realizzate da Filippo D’Urso (tripletta) e poi quelle di Calogero Bongiovanni e Matteo Falzone. Per la squadra seconda classificata una tripletta del geniale e coriaceo Rosario Caffo.Questi i nomi dei giocatori delle due squadre finaliste: per “La Zagara”, Filippo D’Urso, Bruno D’Urso, Christian Rizza, Filippo Bongiovanni, Calogero Bongiovanni, Matteo Falzone, Vincenzo Mancuso, Filippo Buttiglieri, Carmelo Spadaro e Liborio Santoro mentre per “Macelleria Femminile/ Mpare Nino” Giancarlo Femminile, Valerio Caputo, Maurizio Privitera, Salvatore Salerno, Danilo Puzzo, Rosario Caffo, Marco Nestre, Filippo Bongiovanni e Luigi Crisafi. A classificarsi al terzo e quarto posto rispettivamente Agriturismo Tornambè e Alex Bar.  Giovanni Piccicuto, a cui è dedicato il torneo era di origini pietrine, e svolgeva il lavoro di macellaio con passione; lavorava a Barrafranca ma mai aveva perso i contanti e le amicizie come le tradizioni dei due paesi che dimostrava di amare sempre.  Valentina Bonincontro, Alessandro Lanza e Giuseppe Scaletta hanno premiato le squadre e i giocatori che si sono distinti nel torneo: l’ Avis ( squadra rivelazione), Tre.Gi.S. (Coppa disciplina), Filippo D’Urso (miglior giocatore), Giancarlo Femminile (miglior portiere), Daniele Sardo (miglior giovane) e Vincenzo Messina ( giocatore rivelazione).

Previous I barresi Salvatore Tambè e Roberto Paternò nel cast del film I SANTO del regista Rocco Bonelli
Next Viagrande / “Lila” fa il pieno di premi alla conclusione del della decima edizione "State aKorti", il festival internazionale del cortometraggio comico-umoristico