Pietraperzia: inizia la differenziata con non poche difficoltà

Pietraperzia: inizia la differenziata con non poche difficoltà

- in Pietraperzia




“Se non fosse per la disponibilità dei volontari che hanno creduto alla differenziata avremmo visto Pietraperzia sommersa dai rifiuti”. Questa la dichiarazione dei sindaco Antonio Bevilacqua dopo che la differenziata è partita da alcuni giorni. L’amministrazione comunale, nei giorni scorsi, ha partecipato ad un banchetto in piazza Vittorio Emanuele per spiegare alla gente la raccolta differenziata. L’iniziativa è stata promossa e organizzato dal sindaco Bevilacqua, dall’amministrazione municipale e dalla Associazione Volontariato Pietrina dove presidente e vicepresidente è Filippo Mazzola e Salvuccio Vasapolli. Tra gli amministratori presenti anche il vice sindaco Seby Salerno e gli assessori Laura Corvo e Michele Laplaca. In piazza anche il vicepresidente del consiglio comunale Chiara Stuppia, diversi consiglieri comunali di maggioranza e i volontari Associazione Volontariato Pietrina. Durante la kermesse distribuiti i sacchetti per l’umido e spiegate le modalità di conferimento dei rifiuti: differenziata, indifferenziata e umido. Alle persone spiegato pure che l’umido va conferito negli appositi contenitori da 250 litri nei giorni dispari; lunedì, mercoledì e venerdì. L’indifferenziata domenica, martedì e giovedì. L’orario è sempre lo stesso: dalle 19 alle 5 del giorno dopo. Sabato divieto di conferimento per umido e indifferenziata. La differenziata (carta, cartone, plastica, vetro) si può mettere a qualsiasi ora e a qualsiasi giorno nelle campane in vari punti del paese e davanti alla delegazione comunale Madunnuzza. Nei giorni passati sistemati, in diverse zone e quartieri di Pietraperzia, i bidoni per l’umido accanto ai “tradizionali” cassonetti dove mettere l’indifferenziata. Il sindaco Antonio Calogero Bevilacqua dichiara: “L’unica possibilità per tenere pulita Pietraperzia è rappresentata dalla raccolta differenziata”. “Separare l’umido dagli altri rifiuti – continua il sindaco Bevilacqua – da oggi è obbligatorio”. E continua: “Tutti gli scarti del cibo oltre a piccoli pezzi di legno, piccole sfalci di potatura tovagliolini e fazzolettini usati, caffè sfuso, cialde di caffè, fiori appassiti sono l’umido e vanno separati dagli altri rifiuti”. L’umido raccolto va conferito a Dittaino e dal 1° agosto a Pietraperzia verranno tolti tutti i cassonetti dalla Cava che oggi è stata ripulita (vedi foto). In quella zona infatti è vietato conferire qualsiasi tipo di rifiuto. In alcuni punti sono state montate le telecamere per la videosorveglianza. A diversi soggetti già individuati saranno notificati i verbali per avere scaricato fuori dai cassonetti. Tra i pietrini c’è anche chi mostra che l’approccio alla differenziata non è delle migliori dato che c’è chi, nonostante vi fosse la possibilità, ancora non differenzia i rifiuti. Anche durante il mercato settimanale si è registrata questo “modo di operare” di alcuni operatori economici, i quali non hanno osservato le regole della differenziata.



You may also like

ASP Enna stabilizzati 6 Dirigenti Veterinari

Procedura di stabilizzazione per 6 Dirigenti Veterinari. Con