Tentano il furto nel centro scommese “Goldbet” di via Libertà, ma un poliziotto li mette in fuga

Tentano il furto nel centro scommese “Goldbet” di via Libertà, ma un poliziotto li mette in fuga

- in Pietraperzia




PIETRAPERZIA. Nella notte tra giovedì e venerdì (intorno alle 3,30) un poliziotto sventa un furto e mette in fuga i ladri. I malviventi avevano preso d’assalto la sala giochi “Goldbet” di viale Libertà appartenente al ceppo Bonincontro e Ferrigno. Il centro scommesse si trova nei paraggi del supermercato “Conad”, di fronte alle palazzine abitate da dipendenti dal ministero della Difesa.
I malviventi avevano già sventrato la porta e stavano per entrare nella sala giochi. In quel momento, rientrando dal servizio, un poliziotto stava posteggiando la sua macchina nello spiazzo della palazzina. I ladri che stavano per entrare nella sala delle slot machine e che avevano ancora loro vettura con il motore acceso (una Fiat Punto di colore grigio fumo, poi risultata rubata nella stessa Pietraperzia) hanno notato il militare e abbandonando il mezzo sono fuggiti a piedi. Vano l’inseguimento messo in atto dal poliziotto: i malviventi, dopo avere imboccato via Unità d’Italia, sono riusciti ad eclissarsi nelle viuzze adiacenti, facendo perdente le tracce.
Nel frattempo l’agente ha avvisato il comando dei carabinieri di via Don Bosco che sono subito arrivati sul posto, guidati dal maresciallo Castrovilli. L’auto utilizzata dai malviventi è stata portata nel cortile della stazione dei carabinieri e poi è stata ascoltata la testimonianza del poliziotto. E’ emerso che i ladri, così come fatto lo scorso 24 maggio nello stesso locale, anche stavolta avevano fatto ricorso allo scasso della porta di ingresso. In quella occasione rastrellarono 1,500 euro e non lasciarono tracce.
A Pietraperzia non è questa la prima notte in cui i malviventi agiscono. In meno di un anno hanno portato via 4 bancomat (3 da banche e 1 dalla Posta); inoltre hanno messo a segno una rapina a mano armato in piazza Anzallo in una tabaccheria, sfidando proprietari e clienti. E furti in appartamento non si contano più e addirittura, in alcuni casi, vengono portati a segno con la presenza degli stessi proprietari. I villini della campagne sono state tutti razziati e i ladri hanno portato via anche alimenti. In proposito si è già tenuto un vertice provinciale dell’ordine pubblico che ha sortito l’effetto di potenziare l’organico della caserma dei carabinieri.
GIUSEPPE CARÀ




You may also like

ENNA, SABATO SCORSO LA “GIORNATA MONDIALE DEL DONATORE DI SANGUE” FRATRES CEM. SANGUE, ENNA CAPOLUOGO VIRTUOSO

Enna, per un giorno, capitale della donazione di