Taglio del nastro a Nicosia per inaugurare il Csr- Aias di Nicosia

Taglio del nastro a Nicosia per inaugurare il Csr- Aias di Nicosia

Si svolgerà domani, sabato 9 aprile, a partire dalle 10.30 la cerimonia di inaugurazione del nuovo Centro di riabilitazione realizzato dal Consorzio Siciliano di Riabilitazione-Aias a Nicosia, in Contrada Sant’Andrea (Strada statale 120 – Km 105 + 170). Si tratta di una nuovissima struttura pensata e realizzata dal Csr-Aias per venire incontro alle esigenze delle persone con disabilità di Nicosia e dei tanti comuni limitrofi che già oggi hanno come punto di riferimento il Csr della città in provincia di Enna. Alla cerimonia ufficiale del taglio del nastro parteciperanno, tra gli altri, il vescovo di Nicosia Salvatore Muratore che impartirà la benedizione, il sindaco di Nicosia Luigi Bonelli, il Direttore generale del Csr Francesco Lo Trovato, il Presidente del Consorzio, Sergio Lo Trovato, il Presidente nazionale dell’Aias (Associazione Italiana Assistenza Spastici), Salvatore Nicitra, il segretario nazionale dell’Associazione, Domenico D’Agata, il procuratore del Csr di Nicosia e consigliere nazionale Aias, Calogero Vetriolo, oltre all’intero Consiglio d’amministrazione del Csr. Alla manifestazione sono stati invitati inoltre deputati nazionali e regionali, autorità civili e militari, il Direttore generale dell’ASP di Enna e parteciperanno molti sindaci dei comuni della provincia ennese, tra cui quelli di Gangi, Troina e Agira. Il Csr-Aias di Nicosia garantisce servizi riabilitativi per una vasta utenza (circa 100 persone con disabilità) che si estende anche a diversi Comuni delle Madonie, da Gangi a Capizzi, da Sperlinga a Mistretta. Nel Centro di riabilitazione, attivo dalla metà degli anni ’80, vengono effettuati trattamenti riabilitativi in ambulatorio e a domicilio, garantendo agli Assistiti la presenza di personale altamente qualificato e le migliori prestazioni riabilitative: logopedia, fisioterapia, Comunicazione Aumentativa Alternativa, Terapia della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, terapia occupazionale, fino alle attività di integrazione sociale, scolastica e lavorativa. Per sostituire i locali che da sempre sono stati sede del Csr (a Palazzo Speciale, di proprietà delle Suore Cappuccine), il Consorzio ha deciso dunque di realizzare questa nuova struttura, che sarà intitolata a Kikki Lo Trovato (figlio disabile del Direttore generale del Csr) ed è stata costruita con i risparmi del Consorzio in Contrada Sant’Andrea, a poca distanza dal centro della cittadina. Il nuovo Centro riabilitativo è stato edificato dopo l’approvazione, da parte del Consiglio comunale, del cambio di destinazione d’uso del terreno secondo quanto prescritto dall’articolo 10 della Legge quadro 104/92 sulla disabilità. Spazi molto luminosi e ampi caratterizzano l’edificio, che si estende su 600 metri quadri e si trova all’interno di un’area grande circa 5 mila metri quadrati, con spazi per il verde e posti auto. Il nuovo Centro è disposto su un unico piano ed è totalmente privo di barriere architettoniche: realizzata a misura di disabile, la struttura è dotata anche di impianto fotovoltaico e solare termico. Questo nuovo Centro di riabilitazione rappresenta l’ultimo fiore all’occhiello del Csr-Aias, che in tutta la Sicilia conta ben 19 Centri di riabilitazione e che recentemente – solo per restare nella provincia ennese – ha costruito nuove strutture a Barrafranca e Enna, per garantire ai propri disabili spazi più ampi e locali all’avanguardia. Tra pochi mesi inoltre verrà completato anche il nuovo Centro di riabilitazione di Piazza Armerina.

Previous VIDEO: Cantieri di servizio (sx RMI), incontrano il commissario, interviste
Next "Odissea - Un racconto mediterraneo” al Teatro Garibaldi di Enna