Ottimo terzo posto per Lorenza Blandi alla finale regionale di cross campestre

Ottimo terzo posto per Lorenza Blandi alla finale regionale di cross campestre

- in Barrafranca, Sport

Lorenza Blandi ottiene un ottimo terzo posto alla finale regionale di cross campestre a Nicolosi e lo fa sotto gli sguardi del campione siciliano Totò Antibo.  Per la giovane barrese è stato un giorno fantastico anche perché chi ha realizzato una posizione di rilievo durante la gara  potrebbe essere protagonista del festival tricolore in programma il 20 e il 21 febbraio a Gubbio. La finale regionale assegnava i titoli a squadre ed individuali. Nella categoria “Ragazze” la giovane Blandi ha ottenuto un buon terzo posto dietro solo a Giorgia Piazza (Trinacria Solarino) e a Miriam Miceli (Siracusa Atletica).  A seguire la giovane Blandi la rimanente parte della famiglia con a capo il papà Salvatore. “ Lorenza – riferisce il papà Blandi – da alcuni mesi sta registrando un buon andamento per cui la partecipazione a questa gara regionale era un momento per mettersi alla prova e ne è uscita in modo impeccabile”. Lorenza Blandi, ha 11 anni, ed è figlia di Totò, originario di Mazzarino, e poi di Mariastella Geraci; ha anche una sorella maggiore Angela. Frequenta la prima media (plesso Verga) dell’istituto comprensivo “Europa”. Ha iniziato a frequentare lo sport dell’atletica da meno di un anno (luglio 2015) ed ha già ottenuto il secondo posto provinciale nella categoria esordienti pur avendo partecipato a poche gare. E’ tesserata con la società sportiva Atletica Mazzarino “. La giovane atleta è seguita dal preparatore Francesco Giannone della società Atletica di Mazzarino che ha accolto con grande soddisfazione il terzo posto a livello regionale di cross campestre. Ma la cosa che ha riscosso emozione per la giovane atleta è quello di essere stata sotto gli sguardi di grandi campioni siciliani del passato come Totò Antibo, Vincenzino Massimo Modica e Francesco Ingargiola.

You may also like

Il barrese Giuseppe Amore campione regionale

Il barrese Giuseppe Amore si aggiudica per la