L’Anfe regionale non paga i decreti ingiuntivi esecutivi ai dipendenti che avanzano quasi due anni di stipendio

L’Anfe regionale non paga i decreti ingiuntivi esecutivi ai dipendenti che avanzano quasi due anni di stipendio


Ad oggi L’Anfe Regionale, presieduta da Paolo Genco, non ha ancora pagato i decreti ingiuntivi esecutivi ottenuti con ricorso al Giudice del Lavoro da molti dipendenti esasperati dopo quasi due anni di retribuzioni non percepite. L’ente di formazione incurante dei termini di legge prosegue nella sua attività, e nello specifico, nella definizione dei progetti da presentare tra il 22 Gennaio ed il primo di Febbraio per quanto concerne gli avvisi 4 e 3. Se le valutazioni saranno positive, l’Anfe potrà gestire per l’annualità 2016 un finanziamento pubblico di quasi 15 milioni di Euro dei quali 2 milioni e mezzo circa di quota destinata alla gestione. Bisogna ricordare che tra i requisiti fondamentali per l’accreditamento vi sono quelli relativi alla retribuzione dei dipendenti ed il rispetto del Contratto collettivo Nazionale di Lavoro, priorità costantemente violate dall’Anfe Regionale che comunque si candida a ricevere l’accreditamento definitivo dalla Regione Sicilia e la pioggia di finanziamenti dei corsi OIF e del FSE 2014- 2020.

Previous 25 gennaio 1842 nasceva il Comm. BENEDETTO GIORDANO
Next “Verginità rapite”: violenza e libertà nel libro di Ismete Selmanaj