Esibizione della “Bellini” a favore della ricerca sull’atassia





Un concerto musicale del corpo bandistico “Vincenzo Bellini” in due chiese locali, a distanza di una settimana, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle problematiche della sindrome atassica. Ha riscosso successo l’iniziativa “Concert for Aisa” che si è svolto lo scorso 3 gennaio nella chiesa della Divina Grazia del parroco Salvatore Nicolosi mentre sabato scorso (9 gennaio) la stessa banda musicale del maestro Oreste Crappanzano si è trasferita nella chiesa Itria del parroco Liborio Tambè. “ Il concerto – afferma il maestro della banda Bellini, Oreste Crapanzano – nato inizialmente come forma di ringraziamento alle due parrocchie voleva rimarcare anche i caratteri della solidarietà. Quindi ci è sembrato doveroso poter dare una mano a chi si batte da anni per migliorare la vita alle persone colpite da questa malattia come l’associazione Aisa”.Il programma ha previsto l’esecuzione di brani natalizi soprattutto nel primo appuntamento mentre nel secondo sono prevalsi brani sinfonici. Il corpo bandistico “Vincenzo Bellini”, è stato  inaugurato il 17 maggio scorso, ed è formato da 45 elementi, dove molti sono allievi, seguiti da stimati maestri musicisti e sotto la direzione del maestro Oreste Crapanzano. L’Aisa alla fine dei due concerti, dove sono stati numerosi i partecipanti, ha donato al corpo bandistico un gagliardetto e una pergamena. L’Aisa regionale con Colombo ha ringraziato anche i due parroci che hanno consentito la possibilità di svolgere un concerto di solidarietà dove volontariamente alcuni partecipanti hanno lasciato offerte libere; una somma di 300 euro che verrà destinata alla ricerca di questa malattia rara. “ Ringrazio il corpo bandistico Bellini per la collaborazione – afferma il presidente dell’Aisa Sicilia, Giuseppe Colombo –  e per aver fatto comprendere attraverso la musica chi soffre”. Sabato scorso tra i diversi brani in cui si è esibito il corpo bandistico, anche “Alleluia” trascritto dal maestro Oreste Crapanzano ed interpretato dal mazzarinese Davide Sortino. L’Aisa Sicilia è presente nel territorio dell’isola e più frequentemente nell’ennese da quando è stato eletto presidente il barrese Giuseppe Colombo.  Durante gli anni si è occupata di diverse iniziative, alcune volte in collaborazione con altre associazioni. Da poco Aisa ha concluso la collaborazione con la Fondazione Telethon del referente provinciale Agostino Pappalardo, e proiettata verso la ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare.




Previous Dal primo Gennaio chiuso il CSR, incontrato il commissario del comune
Next Il disservizio dell'Ato Enna sotto la lente d'ingrandimento della commissione antimafia regionale