Una Barrese cinica batte il Serradifalco con le reti di Di Simone e la “magia” di Avola

I ragazzi di mister Costa al Comunale dopo il passo fasso con il Geraci conquista una convincente vittoria

La formazione di calcio del tecnico Roberto Costa conquista la prima vittoria in campionato contro un ostico Serradifalco. Arriva alla terza giornata (dopo 270 minuti) la vittoria della formazione di capitan Totò Pilumeli (Prima Categoria girone H) dopo essere partita con il piede sbagliato nella prima giornata di campionato perdendo al Comunale contro il Geraci. Il risultato convincente di domenica (2-1 sul Seradifalco) da un certo ottimismo alla formazione per il prosieguo del campionato dove il bel gioco non è più un ricordo ed anche il reparto difensivo da le giuste garanzie con Caputo e Abbate. A realizzare le reti locali, una per tempo, è stato l’attaccante Alessandro Di Simone, al 20’, il quale ha raccolto dalla destra un perfetto cross del compagno Gagliolo e di testa ha messo   la palla alle spalle del portiere ospite Anzalone, uno dei migliori in campo per essersi opposto più volte a Pilumeli, Avola e Siciliano. Ad inizio ripresa il raddoppio locale, al 54’, ad opera di Francesco Avola il quale dopo essere stato servito a centrocampo da Bonaventura semina due avversari e dai 35 metri lascia partire un fendente insidioso la cui traiettoria si dirige sotto l’incrocio dei pali: un eurogoal! Con il parziale del 2-0 gli ospiti ci provano in più occasioni e arrivano a realizzare l’unica rete al 70’: su calcio di punizione di Giardina, il portiere locale Salamone è bravo a respingere ma l’opportunista Sardo dall’area piccola insacca. “E’ stata una partita sofferta – afferma il tecnico della Barrese, Roberto Costa – ma il risultato è più che meritato. Abbiamo concesso veramente poco tanto che le azioni pericolose per gli ospiti sono arrivate su calcio da fermO tra cui la rete ospite”. Due gli ex della gara con Daniel Siciliano (Barrese) e Omar Satta (Serradifalco) dove il primo ha più impressionato rispetto al secondo. “ Sulla prima palla persa nel primo tempo – afferma il dirigente del Serradifalco, Totò Caramanna – abbiamo subito il gol con un po di ingenuità. Nella ripresa la gara è stata equilibrata ma confusionaria. Sapevamo che la Barrese è una squadra che subisce poco ed ha una fisicità straripante. Loro rispetto a noi ci hanno creduto di più. Speriamo di fare punti in seguito per raggiungere l’obiettivo salvezza”. La Barrese è a quattro punti in classifica e domenica va a fare visita la capolista Città di Gangi.

RENATO PINNISI

Previous Tommaso Scavuzzo si dimette da delegato provinciale dell' Onav
Next Don Luca Crapanzano nominato direttore diocesano del centro vocazioni