Inaugurata la mostra fotografica “Bambini nella Guerra”, nella sede dell’Ass. Naz. Carabinieri di Barrafranca

Sabato 26 settembre 2015 alle ore 17.00 presso la sede dell’Ass. Naz. Carabinieri di Barrafranca (EN) è stata inaugurata una mostra fotografica “BAMBINI NELLA GUERRA”, ideata e curata dalla dottoressa Rita Di Trio, in una serata di raccolta fondi da destinare all’UNICEF per l’emergenza Siria, il cui progetto è portato avanti dal maresciallo Tony Zarrillo e realizzato a Barrafranca grazie al presidente dell’Ass. Carabinieri-sez. di Barrafranca Cav. Enzo Pace e al Cav. Giovanni Collura.

Dopo i saluti iniziali del presidente dell’Ass. Naz. Carabinieri-sez. di Barrafranca, Cav. Enzo Pace e del sindaco di Barrafranca Salvatore Lupo, il maresciallo della Stazione CC. di Motta D’Affermo (ME) Tony Zarrillo ha spiegato alla platea che lo scopo della manifestazione non è solo l’inaugurazione della mostra, dove si potranno visionare le foto che vanno dalla 1ª e dalla 2ª Guerra Mondiale alle guerre più recenti come quella dei Balcani, della Repubblica Democratica del Congo e dell’Afghanistan, ma anche una serata di beneficenza, organizzata dall’UNICEF, nella persona del dottor Marco Lupo, coordinatore UNICEF per la provincia di Enna, con lo scopo di raccogliere fondi da destinare ai bambini della Siria. “Questo è un momento importante- conclude il maresciallo Zarrillo- di sensibilizzazione su ciò che ci sta accadendo intorno, perché non è solo la Siria e le regioni adiacenti, ma tutto il continente a essere interessato da questa emergenza Siria”. La mostra nasce dall’idea della dott. Rita Di Trio e dalla sua collezione privata di fotografie, raccolte nell’arco di alcuni anni e che si trovavano nell’IMPERIAL WORLD MUSEUM di Londra e ECPAD di Fort d’Ivry vicino Parigi. Le foto sono state scattate direttamente dai soldati presenti in guerra. Come ci spiega la dottoressa Di Trio, il tutto è nato da una ricerca di foto riguardanti lo sbarco degli alleati in Sicilia del 1943. Cercando questo materiale, la dottoressa si è imbattuta in molte fotografie che vedevano bambini coinvolte nelle guerre. Tante erano le foto, molte delle quali molto violente, che fecero nascere l’idea di una mostra fotografica sui “bambini nelle guerre”. “La mostra nasce- spiega la dottoressa Di Trio- essenzialmente come progetto didattico, finalizzato alla sensibilizzazione delle giovani generazioni verso quelli che sono le atrocità della guerra. L’obiettivo è quello di MOSTRARE PER NON DIMENTICARE, attraverso la forza della fotografia.” Subito dopo, il sindaco ha inaugurato la mostra, dove la dottoressa Di Trio ha spiegato le scelte di quelle 90 foto, quasi tutte inedite, che raccontano in ordine cronologico dalla 1ª Guerra Mondiale a quella più recente dell’Afghanistan,  come sono stati vissuti i conflitti armati dai bambini. Perché troppo forti e violenti, la curatrice ha deciso di non mettere quelle attuali dell’Isis. Inoltre nella mostra è presente una sezione, voluta dall’UNICEF, in cui sono proiettate le immagini dei profughi e dei bambini della Siria.

I partecipanti sono poi passati a visitare il MUSEO BELLICO “Belli Instrumentum” di Barrafranca, unico nella provincia di Enna. Il tutto si è concluso con un rinfresco, organizzato dall’Ass. Carabinieri. La mostra rimarrà aperta dal 26 settembre al 04 ottobre 2015 con il seguente orario: ore 10,00-13,00/16,30-19,30. Anche le scuole potranno visitare la mostra.

La dottoressa Rita Di Trio non è nuova a questi eventi. Dopo una laurea in Lettere e dei master in “valorizzazione dei Beni Culturali”, organizza eventi culturali, non solo a Militello Val di Catania, dove abita, ma in giro per la Sicilia. Di recente nel Museo di Arte Sacra di Militello, ha organizzato una mostra di statue lignee di Girolamo Bagnasco, che si è tenuta dal 09 agosto al 09 settembre 2015. Inoltre continua a portare in giro per la Sicilia, soprattutto nelle scuole, la mostra “BAMBINI NELLA GUERRA”.

Rita Bevilacqua

Previous Oggi si festeggia la Nostra Signora del Sacro Cuore
Next Prima Categoria. La Barrese perde la prima di campionato in casa contro il Geraci