Problemi a diversi apparecchi televisivi nelle case dei barresi deriverebbero da antenne e ripetitori montati in via Paolo Balsamo. Urps, Regalbuto: ” Deturpano l’ambiente e creano danni alla salute dei cittadini”.

Troppe antenne e ripetitori all’interno del centro abitato in via Paolo Balsamo che creerebbero diversi problemi ad apparecchi e alla salute dei cittadini. Ad appurare questo problema è Giuseppe Regalbuto, presidente dell’Urps della commissione “Affari Europei” dopo che nello stabile di via Paolo Balsamo da anni si installano diverse antenne e ripetitori senza che gli enti e le istituzioni competenti informino la cittadinanza. “ Come sempre i cittadini sono gli ultimi a sapere – afferma Regalbuto – dato che all’interno del centro abitato in barba alle regole della buona creanza e dell’informazione si montano ripetitori o antenne. Le multinazionali offendono Barrafranca istallando nuovi ripetitori telefonici e potenziando i vecchi e creando diversi problemi anche a diversi apparecchi come televisioni”. Potrebbe essere questo il problema di molti cittadini che hanno visto in precedenza spegnere la Tv senza un motivo. Le antenne sono posizionate in una delle zona più alte del paese (quartiere Poggio) in via Paolo Balsamo. Regalbuto rimarca il pericolo alla salute e menziona  diversi studiosi, tra cui il prof. Fiorenzo Marinello il quale è autore di numerose ricerche scientifiche, che sostengono come le onde elettromagnetiche emesse dalle antenne di telefonia mobile siano pericolose. “ Studi epidemiologi – riferisce Regalbuto – mostrano un peggioramento della qualità della vita degli abitanti vicino alle antenne della telefonia mobile, con l’innesco di innumerevoli sintomi cronici come malattie cardiocircolatorie, neuro degenerative, insonnia e tachicardia”. Al di la di questo è noto come numerosi problemi sono aumentati nella cittadina barrese in cui tv, radio e ai vari elettrodomestici registrano irregolarità durante il proprio funzionamento. E di problemi inerente all’ambiente e presenti nel territorio, Regalbuto ne cita alcuni: “ Il cittadino barrese deve essere libero di decidere per il bene dell’ambiente, e invece non sa magari che l’acqua è un bene pubblico gestito da privati; i rifiuti rimangono all’interno del centro gestito nel peggiore dei modi da associazioni miste con il pubblico; l’aria viene occupata da antenne di tutti i tipi e anche da pale eoliche che deturpano l’ambiente”. Nella struttura di via Paolo Balsamo vi sono le antenne della Telecom ma anche di altri gestori di telefonia mobile.



 

Previous Consiglio Comunale del 9 e 10 Luglio, il Video
Next Oggi a Troina, la XII edizione dell'Oscar provinciale "Ercole d'Oro" con le eccellenze sportive del territorio ennese. Spettacolo e cabaret con con Alessandro Gandolfo, e il tenore Salvo Randazzo.