ETNA Running / Atleti barresi conquistano il vulcano alla quinta edizione dell’Etnatrail. Terzo posto nella classifica tra società per il Città di Barrafranca.

Grande soddisfazione per gli atleti del Città di Barrafranca che hanno partecipato alla quinta edizione  dell’Etnatrail di Nicolosi  ieri (domenica 28 giugno) con un percorso di 30 Km.
Gara molto faticosa ma attorniata da bellissimi paesaggi che hanno accompagnato non solo gli atleti barresi durante tutti i 30 km del percorso con salite infinite e discese piene di difficoltà.
I partecipanti sono stati 150 circa divisi nelle varie categorie. Un percorso a dir poco suggestivo che ha affrontato  la maestosità del Vulcano con i suoi crateri fumanti, dal versante sud di Nicolosi, lungo paesaggi da brividi che rendono questa gara  unica al mondo. Per la quinta edizione dell’Etnatrail è stato dato il via ieri dai Crateri Silvestri, presso il rifugio Sapienza. Trenta chilometri all’interno del Parco dell’Etna,   per quella che è l’ottava prova del Circuito Ecotrail Sicilia 2015, lungo un percorso durissimo con  quasi 2.000 metri di dislivello ed un’altitudine massima di 2.900 metri a Torre del Filosofo. Il tutto si è svolto in una bellissima giornata ma con un pò di vento tanto che arrivati ai 3mila metri di quota  per completare il percorso la nostra squadra ha impiegato circa 5 ore piazzandosi al terzo posto come società. Ottimi piazzamenti per tutti i partecipanti in particolare per Michele Strazzanti e Salvatore Pantorno entrambi al quarto posto nella propria categoria; il primo si è rivelato inesauribile con i suoi 65 anni mentre il secondo oramai non ha finito di stupire tanto che si avvia a fare la 6 ore di Capo d’ Orlando del prossimo 12 luglio. Ecco gli atleti che hanno partecipato alla gara: Pietro Avola, Filippo Aiello; Antonio Bellanti, Michele Strazzanti, Salvatore Pantorno e Luigi Paternò. Tra gli atleti Salvatore Pantorno ha “conquistato l’Etna” in 4 ore e 43 minuti. Ma un applauso va a tutti gli atleti che tra diverse società, che per la prima volta hanno affrontato un percorso non facile conquistando un terzo posto, forse all’inizio inaspettato, che da nuova carica a questi bravi atleti.

 

 

 

Previous Palermo/ Domani a Palazzo dei Normanni conferenza stampa di FI e PID su “Situazione finanziaria della Regione siciliana”
Next L'ex chiesa di SAN GIUSEPPE- La storia e le foto di una chiesa non più esistente