Le METOPE di SELINUNTE e la “COLLEZIONE CESNOLA” al MUSEO di AIDONE

Dal 03 aprile al 31 ottobre 2015 al MUSEO ARCHEOLOGICO di AIDONE (EN) saranno esposte le METOPE di Selinunte le quali sostituiranno momentaneamente gli “acroliti” delle dee Cerere e Proserpina, in fase di restauro e pronte per essere esposte all’EXPO di Milano. Le due METOPE, che sono in “tufo calcareo”, provengono da MUSEO SALINAS di PALERMO e sono uno dei tesori dell’Arte greca e rappresentano la Sfinge alata e la Triade delfica, le quali decoravano i templi dell’acropoli di SELINUNTE. Le due METOPE fanno parte di un gruppo di quattro chiamato “piccole metope”, scoperte da Antonia Salinas nel secolo scorso, e databili tra il 580-570 a.C.

Altri prestiti d’eccezione esposti dal 03 aprile sono i gioielli della “Collezione Cesnola” che fanno parte del TESORO di KOURION. Questi derivano dal Metropolitan Museum of Art di New York che li ha prestati al Museo di Aidone per i quattro anni in cui gli Argenti di Morgantina (pezzi raffinati creati dagli artisti di età Ellenistica del III secolo a. C., nell’età più fulgida di Morgantina) resteranno nella città newyorchese. KOURION è una delle più spettacolari città antiche del Mediterraneo, la meglio conservata dell’isola di Cipro. La collezione prende il nome dal console americano (di origini piemontesi) Luigi Palma di Cesnola il quale, tra il 1865 e il 1872, mise insieme i reperti della collezione che donò al Metropolitan Museum di New York.

Rita Bevilacqua

Previous Nicosia, III Granfondo e Mediofondo Valdemone di ciclismo a cui hanno partecipato i ciclisti di Barrafranca
Next Provincia di Enna verso il dissesto. Indetta assemblea del personale per venerdì