Pietraperzia. Interventi incisivi per la scuola in vista dell’apertura dell’anno scolastico

Pietraperzia. Interventi incisivi per la scuola in vista dell’apertura dell’anno scolastico

PIETRAPERZIA. Interventi incisivi per la scuola in visti dell’apertura del nuovo hanno scolastico. Quest’anno la scuola aprirà i battenti il dieci settembre, infatti il collegio dei docenti in seduta plenaria ha deciso questa di apertura, ma tale data andrà a ratifica dal consiglio di istituto.
“Per aprire la scuola senza problema strutturali l’amministrazione comunale ha stanziato – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Michele Laplaca – la giunta comunale ha stanziato la somma di venti mila euro per i lavori di somma urgenza e l’ufficio tecnico ha provveduto ad avviare i lavori di riparazione. Abbiamo presentato alla Regione Siciliana – continua l’assessore Laplaca – due progetti redatti dall’ufficio tecnico per lavoro strutturale per i plessi San Domenica (ex Costa) e per il plesso Marconi.
“I lavori nei vari plessi li abbiamo fatto nel periodo delle scuole chiese – afferma il vice sindaco assessore alla pubblica istruzione Laura Corvo – perché giorno dieci settembre le scuole possano aprire senza problemi; in alcuni plessi abbiamo previsto anche la riparazione dei tetti. In atto i plessi scolastici sono sei: plesso Costa, plesso Largo Canale, plesso Verga, plesso Marconi, plesso Guarnaccia, Giovanni Paolo Secondo. In organico sono state previste 39 classi, 670 alunni, 94 insegnanti e 22 del personale Ata o ausiliario”.
Un’attenzione particolare è stata data alle palestre del Verga, Marconi e Guarnaccia. In atto l’istituto comprensivo non ha un titolare ed a scavalco vi è stato il dottor Giuseppe Ferro. Le lezioni iniziano alle ore otto, fino alle ore 16.
Per concludere il sindaco Antonio Bevilacqua afferma: anche quest’anno la mensa scolastica sarà servita sin dai primi giorni di scuola”.
Giuseppe Carà

Previous Barrafranca. Diocesi; Don Giacinto Magro parroco a San Lorenzo, Aidone
Next On line il sito dedicato alla visita del Papa Francesco a Piazza Armerina