I riti della SETTIMANA SANTA con testimonianze, testi e filmati nell’auditorium del liceo “Falcone”

I riti della SETTIMANA SANTA con testimonianze, testi e filmati nell’auditorium del liceo “Falcone”

Inizio alle ore 17 con l'organizzazione del comune e il coinvolgimento di associazioni locali

La valorizzazione della settimana santa all’insegna della cultura, delle tradizioni e del folklore tipiche della comunità barrese. Questa la finalità dell’iniziativa di oggi pomeriggio che è l’atto finale di una serie di attività volte per promuovere la Settimana Santa barrese. Ad organizzarla è il terzo settore “Servizi Sociali e alla Persona” del comune con la dirigente Anna Schirò la quale ha avuto la collaborazione di diverse associazioni tra cui la Pro Loco, l’ associazione Arcobaleno e il Salotto Artistico-Letterario “Civico 49”. L’iniziativa di oggi è stata preceduta da due mostre all’interno del cortile della biblioteca comunale con i costumi de “ A Vasacra”, rappresentazione scenica che si svolge il mercoledì della settimana santa e poi la mostra della “Via Crucis” dei fratelli Vaccaro”: entrambi, grazie al supporto di Lucia Collerone, hanno registrato una presenza di pubblico al di sopra delle aspettative. Sembrerebbe che il successo della mostra inerente la “via Crucis” dei fratelli Vaccaro di Caltagirone: Giuseppe (1793-1866) e Francesco (1808 – 1882) potrebbe avere un seguito fino alla settimana santa dato arrivano richieste di visitatori ma l’ok deve essere dato da parte della sovrintendenza ai Beni Culturali di Enna e della Prefettura. Intanto oggi pomeriggio ci sarà vicino l’auditorium la mostra di quadri di un noto pittore barrese, Gaetano Vicari, con opere sui riti della settimana santa e di cui lo stesso pittore ne curerà la presentazione. Moderatore dell’iniziativa sarà Giuseppe di Dio. La novità in assoluto sarà la proiezione di un video del 1983 offerto da Filippo Bonasia (vestizione del crocifisso e processione, la prima vasacra e domenica di pasqua). Ad esibirsi ci sarà anche la corale polifonica “Maria SS della Stella” con il maestro Salvatore Rizzo formata da 16 elementi di cui 5 voci femminili e 11 maschili. A relazionare saranno alcuni studiosi, storici e autori di volumi ognuno in ogni tematica specifica sulla settimana santa: Diego Aleo sulla processione “U Trunu” e poi una preghiera letta “U crucifissu” di Jole Virone mentre Concetta Patti riporterà una testimonianza sul ritrovamento del crocifisso in contrada Rastrello; poi ad introdurre i lamentatori, sarà Filippo Salvaggio presidente della Pro Loco; sono antichi canti popolari dallo stile arabeggiante e ad esibirsi saranno diversi giovani con u zi Totò Puzzo e u zi Totò Bonincontro. Relatori de “A Giunta”, giorno della domenica di Pasqua con i santoni, invece saranno Salvatore Licata (origine della festa) e Rita Bevilacqua, (sulla vestizione degli apostoli) grazie anche alla presenza di due santoni San Giovanni e San Tommaso messi a disposizione delle rispettive famiglie Barresi e Giusto. Anche “A Vasacra” organizzata dal gruppo Spettacolo Arcobaleno avrà il suo spazio e relatore sarà Carmelo Orofino, dove verrà riproposta la fase della crocifissione.

Previous Agricoltori sollecitano la Regione per il servizio irriguo dall'invaso Olivo. Cracolici: " Prima vengono le esigenza degli agricoltori e poi le interpretazioni di norme"
Next A Villarosa aperta dal vescovo Gisana la "Porta Santa dell'Ascolto"