Nel direttivo nazionale Anarb del prossimo triennio 2015-2017 c’è l’ennese Maurizio Maccarrone

Nel direttivo nazionale Anarb del prossimo triennio 2015-2017 c’è l’ennese Maurizio Maccarrone

Qualità dei servizi, sinergia, efficienza.  Queste sono le parole chiave che hanno recentemente contraddistinto il raduno dei soci Anarb (Associazione nazionale allevatori bovini della razza Bruna) a Bussolengo (Verona), per l’assemblea annuale presieduta da Pietro Laterza. Parole chiave indicate come priorità. Pur in un clima generale di grande attenzione per le problematiche economiche, zootecniche ed organizzative del momento, i soci dell’Associazione nazionale hanno, infatti, voluto testimoniare con forza e convinzione il loro pieno supporto per le azioni intraprese dalla Associazione in questo delicato momento di transizione. In particolare, nel corso dell’assemblea è stata sottolineata l’identità di vedute sul processo di riorganizzazione interna della struttura, ma anche il plauso per l’azione di riposizionamento della stessa Associazione con uno sguardo di grande interesse altresì per le attività commerciali che affiancano le note attività istituzionali. Il delicato piano di riorganizzazione interna e del personale– presentato dal direttore Enrico Santus – ha un preciso obiettivo raggiungibile nei prossimi due anni: senza sacrificio alcuno per la qualità dei servizi offerti ma, anzi, investendo in ricerca e attività tecniche in modo se possibile ancora più convinto. Se i risultati tecnici raggiunti da Anarb, pur tra non poche difficoltà, sono innumerevoli – la relazione integrale sull’attività svolta nel 2014 è consultabile on line– tra le innovazioni scientifiche la genomica ha confermato piena validità. Tra gli altri, all’assemblea dei soci Anarb ha partecipato il presidente dell’Aia(Associazione italiana allevatori) Pietro Salcuni, il quale, nel corso del suo intervento, ha annunciato la partecipazione del Sistema all’imminente manifestazione universale Expo di Milano. L’assemblea ha infine nominato il nuovo comitato direttivo dell’Associazione. Il rinnovo delle cariche è stato all’insegna della grande continuità con la riconferma della maggior parte dei consiglieri e la turnazione di alcuni, dovuta, o a consolidati accordi di rotazione sul territorio, o per motivi di indisponibilità personali. Per il triennio 2015-2017 sono stati eletti (in ordine alfabetico): Barella Corrado (Parma), Bonomi Ennio (Brescia), Covi Vittorino (Trento), D’Onghia Francesco (Taranto), Ferramosca Palmino (Potenza), HellriglAlois (Bolzano), Laterza Pietro (Bari), Maccarrone Maurizio (Enna), Marchi Bruno Ivo (Firenze), Martini Barzolai Marcello (Belluno), Molinu Giovanni (Sassari), Pedranzini Fausto (Sondrio), Pennati Daniele (Verbania), Peron Giancarlo (Pordenone), Zischg Peter (Bolzano). Per il Collegio Sindacale sono stati eletti: Pollani Franco e Buti Andrea come sindaci effettivi, Cappello Giovanni e Meschini Pietro Francesco quali sindaci supplenti. Infine, Nardone Alessandro e Apostoli Giorgio sono stati designati componenti del Collegio probiviri. A conclusione dei lavori, Pietro Laterza ha ringraziato tutti i presenti per il contributo apportato e per il prezioso dibattito. “La riuscita della ristrutturazione in corso – ha sottolineato – unita all’importante impegno di mantenere elevata la qualità dei servizi agli allevatori, avrà successo solo con le seguenti parole chiave: sinergia, stima e rispetto reciproco”.

 

Previous Il Prefetto incontra il neo commissario straordinario della Provincia, Pietro Lo Monaco
Next Il "Movimento Ho Sete" nella chiesa del Sacro Cuore ha incontrato tanti giovani barresi per pregare insieme