ENNA. Orlando Pallamano Haenna sconfitta casalinga contro il Lanzara che brucia.

ENNA. Orlando Pallamano Haenna sconfitta casalinga contro il Lanzara che brucia.

Sconfitta difficile da digerire per la Orlando Pallamano l’Haenna che, al palazzetto dello sport di Enna Bassa ancora chiuso ai tifosi, ha perso di misura 32 a 30 contro i salernitani del Lanzara.  Avversari quotati, con giocatori stranieri di qualità e due ex ennesi Florio e Munda, che hanno dimostrato di valere le primissime posizioni della classifica. Gara a inseguimento, con gli ennesi in svantaggio al riposo di tre reti (14 a 17). Trascinati dalle parate dello spagnolo Gonzales e dalle reti del croato Vulic, nella ripresa, ancora un break degli ospiti che si portavano sul +6. Time out dei locali che, grazie a un cambio di difesa, riagganciavano il Lanzara avendo più volte l’opportunità di andare a segno e capovolgere definitivamente l’esito del match. Ma proprio nei minuti finali si registravano due episodi discutibili che hanno penalizzato Guarasci, Serravalle, Caruso, Russo e soci e probabilmente condizionato il sorpasso finale. “Non amo discutere le direzioni arbitrali e non lo farò nemmeno stavolta avendo molto rispetto per loro – sottolinea il coach ennese Salvo Cardaci – inutile negare che c’è tanta amarezza in noi perché ci siamo resi conto che, i pur forti avversari, potevamo batterli con qualche errore sotto porta in meno. Se aggiungiamo che il miglior giocatore in campo è stato l’esperto portiere salernitano, credo abbiamo detto quasi tutto”. Nelle file ennesi da evidenziare la prova dell’evergreen Paolo Biondo e del diciottenne Cristian Guggino (top scorer del match). Al di sotto del loro normale rendimento le prove dei due uruguagi Ancheta e Gojoaga che molto bene avevano fatto, invece, nelle due gare precedenti. Adesso una settimana di sosta per tornare in campo il prossimo sabato 13 novembre, ancora in casa, contro la Pallamano Girgenti. GAETANO MILINOSconfitta difficile da digerire per la Orlando Pallamano l’Haenna che, al palazzetto dello sport di Enna Bassa ancora chiuso ai tifosi, ha perso di misura 32 a 30 contro i salernitani del Lanzara.  Avversari quotati, con giocatori stranieri di qualità e due ex ennesi Florio e Munda, che hanno dimostrato di valere le primissime posizioni della classifica. Gara a inseguimento, con gli ennesi in svantaggio al riposo di tre reti (14 a 17). Trascinati dalle parate dello spagnolo Gonzales e dalle reti del croato Vulic, nella ripresa, ancora un break degli ospiti che si portavano sul +6. Time out dei locali che, grazie a un cambio di difesa, riagganciavano il Lanzara avendo più volte l’opportunità di andare a segno e capovolgere definitivamente l’esito del match. Ma proprio nei minuti finali si registravano due episodi discutibili che hanno penalizzato Guarasci, Serravalle, Caruso, Russo e soci e probabilmente condizionato il sorpasso finale. “Non amo discutere le direzioni arbitrali e non lo farò nemmeno stavolta avendo molto rispetto per loro – sottolinea il coach ennese Salvo Cardaci – inutile negare che c’è tanta amarezza in noi perché ci siamo resi conto che, i pur forti avversari, potevamo batterli con qualche errore sotto porta in meno. Se aggiungiamo che il miglior giocatore in campo è stato l’esperto portiere salernitano, credo abbiamo detto quasi tutto”. Nelle file ennesi da evidenziare la prova dell’evergreen Paolo Biondo e del diciottenne Cristian Guggino (top scorer del match). Al di sotto del loro normale rendimento le prove dei due uruguagi Ancheta e Gojoaga che molto bene avevano fatto, invece, nelle due gare precedenti. Adesso una settimana di sosta per tornare in campo il prossimo sabato 13 novembre, ancora in casa, contro la Pallamano Girgenti. GAETANO MILINO

Previous Annuncio servizi funerari G.B.G. sig.ra Parisi Giuseppa di anni 75 ved.Blasco
Next COMUNICATO STAMPA. XIII Giornata Nazionale AVO "l'albero che resiste rifiorisce"