BARRAFRANCA. “Abbasso il Fracasso.”

BARRAFRANCA. “Abbasso il Fracasso.”

- in Barrafranca

E’ lo slogan coniato dalla Associazione Nazionale Carabinieri – Sezione M.O.V.C-Michele FIORE- di Barrafranca, nell’ambito del progetto “Sviluppo della cultura della legalità”.  Il progetto è finalizzato alla promozione attiva, tra le giovani generazioni, dello sviluppo di una corretta coscienza civile, attraverso percorsi formativi che conducano alla percezione delle leggi non come limiti, ma come opportunità ed alla consapevolezza del principio della responsabilità personale, porta avanti tale progetto, al fine di diffondere un’autentica cultura dei valori civili e morali.  

Al motto “Abbasso il fracasso”, l’Associazione, con il patrocinio del Comune di Barrafranca, nell’ambito del progetto, si è fatta promotrice di un problema che molti cittadini hanno sollevato sia sui social che con esternazioni verbali, – rumori molesti – Il fastidio dato dal rumore eccessivo e inutile di alcuni ciclomotori che in questo periodo estivo diventa sempre più crescente. Purtroppo il divertimento alla guida di moto e auto rumorose vissuto di pochi ragazzi va a danno della collettività. L’entità delle emissioni rumorose è spesso determinata dal comportamento alla guida. Far girare il motore a regime elevato, a vuoto o nelle marce basse, così come accelerare troppo rapidamente o effettuare continui giri inutili all’interno delle strade cittadine o peggio ancora alterare il dispositivo silenziatore della marmitta, crea disagio a molte persone, soprattutto agli anziani. Il rumore troppo forte e molesto genera anche costi a carico della collettività. Il rumore è un suono indesiderato che provoca stress e fa ammalare le persone. Le statistiche rappresentano che ogni rumore fastidioso mette il corpo in allarme e l’innesco di tale reazione e di stress può essere all’origine di problemi di salute quali pressione sanguigna alta, infarto, disturbi del sonno nonché scarsa concentrazione e cambiamenti d’umore come depressione e aggressività. “La maggioranza delle lamentele dei cittadini, dichiara il Presidente dell’Associazione Enzo PACE, proviene dai ciclomotori con la marmitta alterata nonché dalle continue accelerazioni arrecando disturbo agli abitanti che gradiscono vivere al riparo del fracasso”. Manifesti e volantini, per invitare i giovani ad un uso corretto degli automezzi, con la collaborazione dell’Amministrazione comunale, del Sindaco Avvocato Giuseppe Lo Monaco in particolare e del Presidente del Consiglio Comunale Avvocato Kevin CUMIA, saranno affissi in vari punti della cittadina barrese. “L’obiettivo della campagna di sensibilizzazione”, continua il Presidente Enzo PACE,  è un invito per i ragazzi, da un lato per garantire la sicurezza degli stessi e della circolazione e, dell’altro la protezione dell’ambiente da ogni tipo di inquinamento, non solo atmosferico ma anche acustico”. “Infatti – dice ancora Enzo Pace – il conducente ha l’obbligo di evitare rumori molesti connessi con la circolazione del veicolo”. All’uopo si evidenziano delle norme fondamentali riguardanti appunto l’uso di ciclomotori e motocicli:

  • Le modifiche delle caratteristiche costruttive e funzionali dei veicoli senza aggiornamento della carta di circolazione è sanzionato all’art. 78 cds con una multa da 431 a 1.734 euro e con la sanzione amministrativa accessoria del ritiro della carta di circolazione.
  • La mancanza o la non omologazione dei dispositivi di equipaggiamento (o il loro posizionamento difforme) è sanzionato dall’art. 72 cds con una multa da 87 a 345 euro.
  • L’inefficienza dei dispositivi di equipaggiamento è sanzionata dall’art. 79 cds con multa da 87 a 345 euro.
  • La produzione di rumori molesti durante la circolazione è sanzionata dall’art. 155 cds con multa da 42 a 173 euro.
  • Gareggiare in velocità con mezzi a motore è un reato punito dall’art.9-ter del cds con la reclusione da 6 mesi ad un anno, la multa da 5.000 a 20.000 euro (pene aumentate se dallo svolgimento conseguono lesioni) la sospensione della patente da 1 a 3 anni e il sequestro del mezzo stesso per la confisca.

Oggi più che mai problematiche pressanti quali la corruzione, la criminalità organizzata, la tossicodipendenza, i reati ambientali, la sicurezza stradale, la delinquenza minorile, pratica consolidata di evasione dalle regole quotidiane, richiedono l’impegno della famiglia, Scuola, istituzioni e delle associazioni educative territoriali nel difficile compito della formazione e dell’educazione dei ragazzi. “Negli Istituti comprensivi del territorio, di concerto con l’Amministrazione Comunale, – dice il Sindaco Avvocato Giuseppe Lo Monaco – sarà presentato, unitamente all’Associazione Nazionale Carabinieri di Barrafranca, un progetto su: “Sviluppo della cultura della legalità e della gentilezza”. “L’iniziativa – aggiunge il Primo Cittadino di Barrafranca – sarà rivolta agli alunni, studenti, docenti e famiglie, del territorio, attuando, con figure di rilievo, una metodologia formativa basata sull’educazione ai principi democratici del rispetto dei diritti e dei doveri ed ai valori di solidarietà, giustizia, tolleranza, costituenti il fondamento della convivenza sociale e del vivere civile, fattori indispensabili per la crescita sociale, civile ed economica della comunità”.  Cosa dire ai ragazzi: “”SIATE PRUDENTI – ABBASSOE conclude: “Ai ragazzi diciamo:  EVITATE IL FRACASSO E INDOSSATE IL CASCO””. Ai titolari di locali pubblici che intrattengono i giovani con musica: “ABBASSARE IL VOLUME IN ORARIO POMERIDIANO E NOTTURNO – LA GENTE VUOLE DORMIRE”. GAETANO MILINO

You may also like

PIETRAPERZIA. Diramato dal Comune il Programma dell’Estate Pietrina 2024.

PIETRAPERZIA. Diramato dal Comune il Programma dell’Estate Pietrina