BARRAFRANCA. Partecipazione 31ª edizione della Giornata dei missionari martiri giorno 24.03.2023, classi PRIME Scuola Secondaria di primo Grado VERGA- dell’I.C.Europa- Barrafranca.

BARRAFRANCA. Partecipazione 31ª edizione della Giornata dei missionari martiri giorno 24.03.2023, classi PRIME Scuola Secondaria di primo Grado VERGA- dell’I.C.Europa- Barrafranca.

Nell’ambito del Protocollo d’Intesa tra e l’Istituto Comprensivo EUROPA di Barrafranca e la Diocesi di Piazza Armerina, giorno 24 marzo 2023 presso la Chiesa del Sacro Cuore in Barrafranca, le classi PRIME della Scuola Secondaria di Primo Grado VERGA, hanno partecipato e animato la celebrazione eucaristica in occasione della 31^ edizione della Giornata dei missionari martiri. La celebrazione di questa giornata, istituita nel 1993 dalla direzione nazionale italiana delle Pontificie Opere Missionarie, si colloca nel giorno dell’uccisione di monsignor Oscar Romero, avvenuta il 24 marzo 1980 in El Salvador, e vuole fare memoria del suo impegno a fianco al popolo salvadoregno, oppresso da un regime elitario incurante della sorte dei più poveri e dei lavoratori. Quest’anno lo slogan scelto per questo evento è stato “Di me sarete testimoni /At 1,8)”, un tema che vuole ricordare tutti i testimoni della pace e della giustizia che hanno dato la loro vita per una causa nobile. Hanno partecipato gli alunni della classe 1A, coordinata dalla prof.ssa Maria Stella Barbagallo, della classe 1 B, coordinata dalla prof.ssa Eveline Bevilacqua, della classe 1 C, coordinata dalla prof.ssa Salvatrice Benfante. Ha coordinato l’intero evento è stato la prof.ssa Maria Stella Barbagallo. Ha animato la Messa il prof. Salvatore Rizzo con la collaborazione degli alunni delle predette classi. Presente all’evento celebrativo anche il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Europa di Barrafranca, dott.ssa Maria Filippa Amaradio. Nella Chiesa sono stati collocati dagli alunni 5 vasi di piantine germogliate, che rappresentano la speranza dei 5 continenti del mondo. Immediatamente prima della lettura del martirologio, 5 alunni hanno portato all’altare 5 candele di diverso colore (ad indicare i 5 continenti) accese, per tenere viva quella fiamma di speranza delle persone che hanno dato la vita per una causa giusta. Come preghiera dei fedeli 5 alunni hanno letto 5 poesie appositamente preparate dagli stessi e ciascuna dedicata ad un continente. Si è anche recitato il “Padre nostro” in lingua francese, inglese, rumena, italiana. Semplice ma pregnante l’omelia, che ha “rapito” gli alunni, incentrata sull’amore, perché chi ama veramente è disposto perfino a dare la propria vita, proprio come ha fatto Gesù Cristo per noi. Molto commovente l’intera celebrazione, ma soprattutto il momento della lettura dei nomi dei martiri, affidata a 3 alunni. La celebrazione si è conclusa con la benedizione e con l’intervento del Dirigente Scolastico, dott.ssa Maria Filippa Amaradio, la quale ha sottolineato come eventi di questo natura devono invitare alla riflessione tutti quanti, affinché casi simili non si possano ripetere mai più. GAETANO MILINO

Previous Enna. La Polizia di Stato notifica a due calciatori il DASPO emesso dal Questore
Next Barrese, serve una vittoria per sperare nei play off. Inizio ore 16.