CALTANISSETTA. Firmata la convenzione ministeriale per la statalizzazione del Conservatorio “Vincenzo Bellini”.

CALTANISSETTA. Firmata la convenzione ministeriale per la statalizzazione del Conservatorio “Vincenzo Bellini”.

Il documento firmato nella sede del Libero Consorzio – ex Provincia – di Caltanissetta dal Presidente Amministrativo del “Bellini” Andrea Milazzo e dal Commissario del Libero Consorzio di Caltanissetta Duilio Alongi. Si tratta della convenzione inviata dal Ministero dell’Università e della Ricerca che fissa il legame tra Stato, il Libero Consorzio – ex Provincia – di Caltanissetta e l’Istituto Superiore di Studi Musicali. Il percorso di statalizzazione era stato avviato nel 2019 dal maestro Angelo Licalsi. Lo Stato erogherà, per la nuova realtà, tre milioni di euro l’anno. Alla firma del documento erano presenti Michele Mosa – direttore dell’istituto “Bellini” – e anche una delegazione della Consulta Studentesca. Gli studenti di tale delegazione che erano presenti: Simona Armeni, Chiara Milazzo e la vicepresidente della Consulta Studentesca Federica Salvaggio. Presenti pure Samuel Lo Bartolo – rappresentante della Consulta Studentesca nel Consiglio Accademico – e Salvatore Ciccotta, rappresentante della Consulta Studentesca e nel consiglio di amministrazione dell’Istituto “Bellini”. Come ultimo atto ora si aspetta il decreto che verrà emanato a breve dal Ministero dell’Università e della Ricerca. L’ex Provincia di Caltanissetta erogherà un contributo annuo di 51 mila euro per le spese di gestione e stabilisce l’uso gratuito per 99 anni dei locali del “Vincenzo Bellini” di Caltanissetta. GAETANO MILINO

Previous BARRAFRANCA. Messa in suffragio del luogotenente dei carabinieri Lorenzo Mosto.
Next PIETRAPERZIA. Prima Giornata dello Sport in viale Unità D’Italia, ex viale dei Pini.