AVVIATI I PROGETTI UTILI ALLA COLLETTIVITA’ (PUC) PER I PERCETTORI DEL REDDITO DI CITTADINANZA

AVVIATI I PROGETTI UTILI ALLA COLLETTIVITA’ (PUC) PER I PERCETTORI DEL REDDITO DI CITTADINANZA

Firmato ieri, nell’Impact-Hub del centro polivalente “Peppino Impastato”, il contratto di prestazione per 18 beneficiari

Avviati ufficialmente ieri nell’Impact-Hub del centro polivalente “Peppino Impastato”, con la firma del contratto di prestazione per 18 beneficiari, i Progetti Utili alla Collettività (PUC) del Comune di Troina, destinati ai percettori del Reddito di Cittadinanza. L’amministrazione comunale, come previsto dalla normativa nazionale e nell’ambito del Distretto socio-sanitario D23 di appartenenza, ha infatti deciso di avviare 3 progetti, che prevedono, per i sottoscrittori del “Patto per li lavoro” o del “Patto per l’inclusione sociale”, l’impiego in attività ambientali e di tutela dei beni comuni, quale occasione di inclusione e di crescita per i beneficiari e per la collettività, nonché di accompagnamento personalizzato all’inserimento lavorativo. “Dopo più di un anno dalla nostra prima delibera di giunta – spiega l’assessora alle politiche sociali Silvana Romano – , possiamo finalmente dare il benvenuto a quanti, percettori del reddito di cittadinanza nel nostro Comune, sono stati chiamati a svolgere un servizio. I PUC rappresentano un’occasione di inclusione sociale e di crescita per i beneficiari e per la collettività, sia perché tengono conto delle attitudini e competenze dei soggetti interessati, sia perché i progetti da svolgere sono stati individuati a partire dai bisogni e dalle esigenze della comunità locale, costituendo anche una possibilità di riscatto sociale”. Questi i 3 progetti che vedranno coinvolti i 18 beneficiari, che saranno impiegati 5 giorni a settimana, dal lunedì al venerdì, da un minimo di 8 a un massimo di 16 ore a settimana, a seconda degli orari e delle esigenze dei rispettivi uffici comunali di competenza: – 1) “Civilmente Utili per Troina”, per l’impiego di 4 beneficiari, che svolgeranno nell’Ufficio Archivio e Protocollo attività di supporto nell’archiviazione e smistamento della posta e dei documenti; – 2) “Attività Supporto Uffici Comunali” , per l’impiego di 8 beneficiari, che svolgeranno all’Ufficio Tecnico attività di supporto nella gestione delle utenze e degli archivi, delle banche dati informatiche, nella calendarizzazione degli appuntamenti e degli accessi, nonché nell’archiviazione e nel riordino delle pratiche; – 3) “Ambiente, Territorio, Cittadinanza”, per l’impiego di 6 beneficiari, che svolgeranno attività di cura degli spazi esterni, gestione del verde e manutenzione ordinaria delle aree pubbliche comunali. “Nonostante il quadro normativo che regola i Puc presenti diverse criticità – prosegue l’assessora Romano – ci auguriamo che a livello governativo si migliori questa misura, in modo da renderla maggiormente occasione di crescita personale e professionale per i fruitori, dando loro la possibilità di inserimento nel mondo lavorativo in modo continuativo e duraturo. Come amministrazione ci impegneremo per attivare altri progetti, certi che questa esperienza arricchisca non solo i fruitori, ma tutti quanti. Un ringraziamento alla dottoressa Paola Amata, responsabile locale dei PUC, per il lavoro svolto, e ai responsabili dei nostri uffici, il dottor Salvatore Amata e i geometri Lio Fiore e Alessandro Nasca, che seguiranno i Progetti”.

Previous Riesi, si presenta il volume di Salvatore Giambarresi “La giostra del cavallo”
Next Premio Migliori Pizzerie di Sicilia 2022. La pizzeria “Pietra in Grani” di Pierluigi Bellavia Sampei di Pietraperzia va in finale.