PIETRAPERZIA. Statale 640 Bretella di Pietraperzia. I lavori di ripristino sono fermi da una settimana.

PIETRAPERZIA. Statale 640 Bretella di Pietraperzia. I lavori di ripristino sono fermi da una settimana.

Della interruzione degli interventi dà notizia, su facebook comune di Pietraperzia, Salvuccio Messina, primo cittadino del centro dell’Ennese. Questo il Comunicato del sindaco Salvuccio Messina: NOTIZIE DELLA SS. 640 “ S.V. per CALTANISSETTA“.Sin dal mio insediamento a Sindaco non ho mai smesso di seguire l’apertura e l’andamento dei lavori della strada per Caltanissetta, arteria di primaria importanza per la nostra collettività. In questi giorni ho constatato con molto rammarico che i lavori erano fermi. Mi sono recato a Palermo negli uffici dell’ANAS incontrando l’architetto Nico Curcio (RUP Responsabile Unico del Procedimento), che mi ha riferito che i lavori sono stati sospesi, non per problemi tecnici del cantiere, ma per problemi amministrativi del Consorzio che si è aggiudicato a suo tempo l’accordo quadro. L’impresa che sta eseguendo i lavori è in attesa delle autorizzazioni dell’aggiornamento societario del Consorzio, per poter riprendere i lavori”. “Il mio impegno e di tutta l’amministrazione – conclude il sindaco di Pietraperzia Salvuccio Messina – è costante per raggiungere il nostro obiettivo che è quello di vedere al più presto transitabile la strada”. La statale 640 bretella di Pietraperzia è chiusa al transito dal 2 novembre 2018 a causa di una frana sul viadotto “Villano 1”. I lavori per il suo ripristino erano stati consegnati lo scorso 30 giugno 2021. Secondo i programmi, gli interventi si sarebbero dovuti concludere dopo 240 giorni (otto mesi) dalla data di consegna. Di giorni, da quella data e ad oggi 22 maggio 2022, ne sono passati 326. Il ritardo finora accumulato è di 86 giorni. Il prossimo 26 maggio sono tre mesi di ritardo sulla data preventivata di fine lavori dello scorso 25 febbraio (i famosi 240 giorni). A ritardare la conclusione degli interventi, anche le piogge del periodo invernale che hanno determinato lo slittamento della conclusione e della consegna dell’opera ripristinata. La bretella di Pietraperzia dimezza le distanze e i tempi di percorrenza da e per Caltanissetta. Allo stato attuale il traffico per Caltanissetta percorre la statale 560 e, all’altezza di Capodarso, imbocca la 626 Caltanissetta Gela. Dopo alcuni chilometri ci si re-immette sulla statale 640. Il periplo comporta la necessità di percorrere 30 chilometri contro gli appena 15 per arrivare a Caltanissetta percorrendo la bretella di Pietraperzia.  Di certo tale problematica si sta rivelando deleteria per l’economia e per il turismo di Caltanissetta, di Pietraperzia e dei centri vicini. Fa di certo rabbia che altre opere vengano completate nei tempi programmati e che la Pietraperzia Caltanissetta debba registrare dei ritardi “insopportabili”. Molti auspicano che i lavori riprendano in tempi brevi e che si acceleri per recuperare il tempo perduto. Il sindaco di Pietraperzia Salvuccio Messina  è stato celere nel contattare i tecnici dell’Anas affinché avvenga con la massima urgenza la ripresa dei lavori.  GAETANO MILINO

Previous GDF ROAN PALERMO. Contrasto alla pesca di frodo. Elevate sanzioni amministrative per oltre 11.000 euro, sequestrati 300 mt di reti e 50 kg di novellame.
Next Il CIRS di Barrafranca al XXX Anniversario della Strage di Capaci