Orlando Haenna torna in campo mercoledi’ sera per il recupero contro la pallamano Benevento .

Orlando Haenna torna in campo mercoledi’ sera per il recupero contro la pallamano Benevento .

Enna – Nemmeno il tempo di gioire per la bella vittoria contro il quotato Ragusa (terza forza del campionato) e per l’Orlando Pallamano Haenna è già tempo di tornare in campo a distanza di 72 ore per il recupero contro l’ostico Benevento.

Un match che gli ennesi avevano già disputato e vinto circa un mese e mezzo fa, ma che l’organo federale di giustizia sportiva ha deciso di far ripetere, dopo il ricorso presentato dalla formazione campana per un errore tecnico. Una decisione che la società del presidente Flavio Guzzone ha accettato serenamente e adesso si trova pronta a rigiocare una gara che vuole vincere per proseguire il momento positivo culminato con il rientro a tempo pieno degli infortunati e dei soggetti positivi che proprio in quel match non erano scesi in campo. Campionato già deciso sia in testa sia in coda, ma che gli ennesi vogliono onorare fino al termine avendo anche la possibilità di scalare una posizione in classifica.

L’unica incognita è legata ai tempi di recupero delle energie con capitan Danilo Guarasci e compagni che nel giro di una settimana sono costretti ad affrontare ad affrontare ben 3 gare di campionato (una già giocata e vinta contro Ragusa ndr.) e domenica 15 maggio anche la “Final4” di Coppa Sicilia.

“Ci teniamo a far bene e per questo stiamo preparando la gara con la dovuta attenzione – dice uno dei veterani dell’Haenna Nunzio Russo – in questo ultimo periodo anche i più giovani del gruppo hanno avuto maggiori possibilità di mettersi in mostra e lo hanno fatto in maniera veramente importante”.

E proprio sui giovani ennesi che il tecnico Salvo Cardaci esprime le considerazioni finali: “la stagione che sta per terminare – dice il tecnico gialloverde – è stata positiva perché diversi ragazzi provenienti dalle giovanili sono cresciuti tecnicamente e hanno iniziato a trovare spazio anche in prima squadra, oltre cha fare bella figura nei concentramenti under. Questa è certamente la base da cui ripartire anche nella prossima stagione che inizieremo a programmare tra qualche settimana e che mi auguro possa vederci ancora tra i protagonisti della seconda serie nazionale”.

Previous “Capaci 30 anni dopo”: sabato 14 maggio, convegno a Palazzo dei Normanni organizzato dal Lions Club Palermo Mediterranea
Next PIETRAPERZIA. Incontro con le mamme in attesa e i papà.